CELLOLE, FOCUS SUL RIONE TERRA. Flegrei allenati da un ex Casertana in B: in rosa…



Gennaro Monaco ai tempi della Casertana

CELLOLE – In questo percorso verso l’Eccellenza, la prossima squadra avversaria del Cellole sarà il Rione Terra, squadra rappresentativa di un rione di Pozzuoli. Dopo aver sconfitto il Ponte, i domiziani del presidente Angelo Freda giocheranno in trasferta perché hanno totalizzato gli stessi punti del Rione Terra (48 punti in 26 gare) ma hanno una peggiore differenza reti. Il Rione Terra ha totalizzato +22, con 50 goal fatti e 28 subiti, mentre il Cellole +21, con 45 goal fatti e 24 subiti. La vincente entrerà nella Final Four, con Solofra, Centro Storico Salerno e Capri (quest’ultima sarà l’avversaria della squadra che uscirà vincitrici da questo turno).

FOCUS SUL RIONE TERRA. La squadra napoletana ha chiuso il campionato al terzo posto in classifica nel girone C. Nel girone in cui a prevalere è stata l’Ercolanese, il Rione Terra, come già detto precedentemente, ha totalizzato 48 punti con 15 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte. In questo percorso play-off, nel primo turno ha battuto l’Oratorio Don Guanella per 1 a 0 mentre nella finale-girone ha stravinto ai danni del Quartograd (squadra arrivata seconda in classifica nel proprio girone) per 4 a 0 in trasferta. La squadra allenata da Gennaro Monaco, ex calciatore di Casertana (ai tempi della Serie B), Empoli e Juve Stabia tra le altre, è stata la vera rivelazione del proprio girone. In rosa figurano nomi importanti per la categoria che tanto hanno fatto bene in questa stagione come Gennaro Marasco, forte attaccante che vanta anche tante stagioni in D e in Eccellenza; Gennaro Lucignano, che veste la maglia dal Rione Terra già da tre stagioni e che si è rivelato decisivi nelle due partite di play off già disputate; Gennaro Carandente, centrocampista dai piedi buoni  che in stagione è andato a segno per ben dieci volte. Questi alcuni dei big in squadra. Inoltre, non mancano under importanti che stanno ripagando la fiducia riposta dell’allenatore e del direttore sportivo Carmine Ennio. L’ambiente nello spogliatoio è dei migliori, cosi come testimoniato dai calciatori stessi. Ciò sta portando cariche positive in queste gare così tanto importanti.