Nuovo Basket Marcianise, passo falso casalingo contro la capolista Game Time Fuorigrotta



Manca l’agognata operazione mission impossible della vigilia al ‘Milani’ di Caivano. Si affrontava la capolista. Compagine che si è confermata ancora una volta in salute, difficile da arginare proprio in virtù di questo momento che sta attraversando ed avendo a disposizione anche una rosa più vasta, rispetto a Marcianise. Nel confronto con la corazzata Fuorigrotta, nella quinta giornata della seconda fase del campionato di basket maschile Girone Verde, prima di ritorno, a spuntarla è nuovamente la GameTime. Così come un girone fa, il match che aprì le danze in questa nuova fase, l’intera posta è di targa napoletana. Il NBM parte con un quintetto alto per provare a contrastare la fisicità degli avversari, con Antonio De Fraia playmaker. Al via è 4-0 Marcianise, con due canestri concretizzati in contropiede da Lele Salzillo. Il primo quarto è equilibrato: Fuorigrotta usa il fisico e il NBM sfrutta la velocità. Nel secondo quarto iniziano i problemi ed un blackout, dove è difficile uscirne fuori. Fuorigrotta domina a rimbalzo e per i marcianisani si inizia a farsi sentire la mancanza di continuità sul terreno di gioco. L’intensità del primo quarto cala, la Game Time Fuorigrotta ne approfitta chiudendo il secondo quarto 7-20 e si rientra negli spogliatoi sul 20-46. Nel terzo quarto il leitmotiv non cambia. I ragazzi marcianisani continuano a soffrire a rimbalzo e la Game Time Fuorigrotta piazza una serie infinita di contropiedi. L’ultimo quarto inizia con la compagine ospite avanti di trenta punti, che non deve far altro che amministrare il vantaggio.



Si spera che in queste ultime tre giornate della seconda fase, il NBM possa tornare a lavorare con tutti gli effettivi per provare a far diventare quanto meno gli attuali otto punti in classifica, dieci. Ora tra dieci giorni il Nuovo Basket Marcianise tornerà in campo. In questo periodo che intercorrerà in vista della prossima gara, andrà trovata la giusta mentalità, per cercare di cambiare registro in un finale della seconda fase che non può e non deve terminare così.

Moreno De Rosa