DAL MARCIANISE AL VILLA LITERNO. La Coppa Promozione parla Casertano, nel nome di Achille Cuccari



Il Villa Literno festeggia la Coppa Promozione (foto Davide Gallo)

POMIGLIANO – La Coppa Promozione è sempre di più un ‘affaire’ casertano. Nell’albo d’oro della competizione regionale il Villa Literno succede al Marcianise, vincitore della prima edizione nella stagione 2018-2019 grazie alla vittoria contro l’Angri. Il Covid-19 ha tenuto in ostaggio la Coppa per due anni, così solo da quest’anno è stata rimessa in piedi. Ed a laurearsi campione è un’altra compagine di Terra di Lavoro che ieri sera, nell’atto conclusivo disputato nella bellissima cornice dello stadio “Ugo Gobbato” di Pomigliano, ha superato con il punteggio di 2-1 il Giovanni Carotenuto. Così come il Marcianise, anche il team di Giovanni Fontana si aggiudica il Double che porta nella storia il nome del Villa Literno.

NEL NOME DI ACHILLE CUCCARI. Geograficamente il trofeo si sposta di soli 23 chilometri, dalla zona marcianisana a quella liternese: ciò è conferma che in provincia di Caserta quando si fanno le cose per bene, i risultati si ottengono e generano successi, vittorie di campionati e Coppe. Ma c’è un altro elemento da non dimenticare: da quest’anno la Coppa è stata intitolata alla memoria di Achille Cuccari, quindi il trofeo non poteva che essere vinto da un club di quella terra che il compianto presidente ha sempre valorizzato, con il ruolo di presidente della delegazione provinciale che ha condotto in due fasi. E siamo sicuri che da lassù il Dottore abbia tifato per i colori biancorossi.