DA GRAZZANISE ALLA JUVENTUS. Il baby nipote del presidente della Casertana D’Agostino vola con l’Under 14 bianconera



Giovanni e Giuseppe D’Agostino

GRAZZANISE – Crederci fino a quando l’ostinazione non porta a conquistare i propri sogni. Il tredicenne Giovanni D’Agostino non si è mai fermato e, malgrado i sacrifici, ha sempre dimostrato il suo valore in campo. Appena pochi mesi fa, nelle prosecuzione di una carriera giovanile di tutto rispetto, il baby classe 2008 è stato acquistato dalla Juventus, entrando a far parte di uno dei migliori settori professionistici d’Italia.

IL COGNOME PESANTE. Farsi largo non è mai semplice, anche quando il nome che si porta sulle spalle è ‘pesante’: Giovanni è infatti il figlio di Maurizio, il fratello del presidente della Casertana Giuseppe D’Agostino. La responsabilità si sente ma il piccolo campioncino gioca da sempre con spensieratezza: ciò non ha impedito di farsi largo al talento di Grazzanise che sta ripagando completamente la fiducia concessagli dal club bianconero. Tanto che a fine dicembre ha collezionato prestazioni positive, assist ed anche due goal che hanno permesso all’Under 14 regionale di Alessio Grabbi di trionfare nel Torneo Mondiale Manlio Selis in Sardegna.



I Giovanissimi della Juventus con Giovanni D Agostino

DAL NAPOLI AL NORD. La Juventus è solo l’ultima avventura di un baby curriculum in crescendo, con la famiglia dell’attuale patron dei falchetti che ha scoperto di avere un talento fatto in casa. Dopo aver dato i primi calci al pallone nella SSC Capua e nella Caserta Academy, D’Agostino si trasferisce prima alla Casertana e poi al Napoli nel 2019, ottenendo l’apprezzamento degli addetti ai lavori. In estate entrambi i genitori fanno una scelta di vita e si trasferiscono al Nord perché ricevono la chiamata come collaboratori scolastici presso il Ministero dell’Istruzione. L’esperienza partenopea finisce così per Giovanni che sale in Piemonte con la famiglia. Inizialmente si iscrive ad una scuola calcio di Novara per tenersi in forma, ma diverse società si fiondano su di lui appena vengono a sapere dell’addio al Napoli.

PREVALE LA JUVENTUS. I talent scout di Bologna e Roma lo richiedono ufficialmente ma ad avere la meglio è la Juventus che decide di visionarlo per due settimane. Ad agevolare la trattativa è la presenza dei genitori: sotto i 14 anni, infatti, non è possibile giocare fuori dalla provincia di nascita tranne che per comprovati motivi come quello della famiglia D’Agostino. La fumata bianca arriva ad ottobre ed il giovane talento casertano, dotato di grande tecnica e personalità, spicca il volo verso la Juventus. Lì dove spera di realizzare i suoi sogni.

 

 


P