BOXE A MANI NUDE. Gicco è una furia all’esordio. Taylor messo ko al primo round



Guglielmo Gicco al suo esordio vincente in BKB

Vittoria alla prima ripresa per k.o. per il Pitbull Santa Maria Capua Vetere. “Porto con me 33 mila sammaritano, per riscrivere la storia della boxe a mani nude”. Così aveva affermato Guglielmo Gicco prima si partire per l’Inghilterra, dove a Bolton ha combattuto un match di BareKnuckle Boxe, contro il pari peso Stephen Taylor. Per Gicco si è trattato del primo incontro contro l’atleta inglese già con qualche combattimento sulle spalle ed è sceso dal ring senza neanche un graffio. Fin da subito aggressivo e più rapido. E per Taylor l’incontro della disciplina, in Italia ancora vietata per competizioni ufficiali, è finito al primo round. A Gicco avranno dato fastidio i bacetti ironici datigli da Taylor durante il controllo peso di ieri? Soddisfatti anche i rappresentati della BKB Italia che hanno supportato Guglielmo, che si è allenato per mesi, dopo l’annullamento dell’ultimo minuto del torneo norvegese di luglio di BareKnuckle Boxe. Unico italiano nel cartellone della serata, prima vittoria e primo combattimento per un pugile del Sud Italia: niente male per il fighter sammaritano che a 37 anni continua a stupire dopo la vittoria al torneo valido per il campionato del mondo di boxe orientale semi pro della sigla XFC di poco più di un mese fa. La vittoria manco a dirlo al suo team, ai ragazzi della sua palestra e a tutta Santa Maria Capua Vetere.