IL REAL AVERSA SI SVEGLIA TARDI. Il Paternò vìola il “Papa”: terza sconfitta consecutiva per i normanni



Real Aversa-Paternò (Foto pagina Paternò)

CARDITO – Un Paternò corsaro espugna il “Papa” di Cardito, battuto 2-3 il Real Aversa in una sfida con il finale al cardiopalma. Torna al gol dopo due gare di digiuno la compagine del tecnico Sannazzaro che però cade nella terza sconfitta consecutiva, la prima senza Chianese. Resta a 21 punti la squadra di patron Pellegrino che scende in nona posizione. I siciliani invece salgono a quota 28, terza posizione e parità di punti con la Cavese.

Al “Papa” di Cardito l’approccio alla gara del Real Aversa è molto aggressivo. I normanni, sostenuti dal calore dei loro supporters, vanno vicini al vantaggio al 24′ con Ndiaye che con un controllo di palla al bacio fa partire la conclusione dalla distanza di destro, il tiro è insidioso e l’estremo difensore ospite si rifugia in corner. Quella tra gli aversani e la compagine siciliana è una partita molto tattica ed al 39′ c’è una doppia occasione. Il Paternò guadagna una punizione da posizione interessante, si occupa della battuta Dama che centra lo specchio della porta con Lombardo che neutralizza il pericolo. L’azione dopo pochi attimi si capovolge, Strianese apre da centrocampo per Cavallo che stoppa egregiamente la sfera in area, la conclusione di sinistro però è fuori misura. Al 43′ ancora pericolosi i rosso-azzurri con Basualdo Martinez che calcia di sinistro, ancora una volta Lombardo risponde presente. Arriva il duplice fischio, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi e si va all’intervallo con un pari a reti bianche. Nella ripresa, a nove dieci giri d’orologio, si aprono le marcature: 54′, gli ospiti guadagnano una punizione, sulla sfera c’è Basualdo che crossa, riceve leggermente defilato a destra in area Bontempo che calcia di sinistro, l’estremo difensore granata si immola opponendosi alla conclusione ma sulla ribattuta la sfera termina sui piedi di Cangeni che a porta sguarnita insacca la palla siglando lo 0-1. La partita è viva ed entrambe le squadre provano ad affondare. Arrivati al 77′ i padroni di casa guadagnano un corner, sull’out di sinistra va alla battuta Ndiaye. Strianese riceve e serve Mariani che rimette al centro, la difesa ospite libera la sfera e parte il contropiede siciliano: prende palla Foderaro che si trova vis a vis con Lombardo, il calciatore fredda l’estremo difensore ospite firmando lo 0-2. Dopo solo dieci minuti, altra ripartenza dei siciliani. Foderaro si impossessa la sfera, vince un rimpallo e serve Cangeni che a sua volta vede Castagna sulla fascia destra, il neoentrato riceve, non sbaglia e mette a segno il gol dello 0-3. E’ una sfida al cardiopalma quella del “Papa”, all’83’, con una fiammata arriva la reazione dei normanni: Montaperto in area di rigore serve Russo, il calciatore granata calcia e la sfera carambola su Puglisi che mette a segno un clamoroso autogol, 1-3. Il Real Aversa ci crede ed in due minuti tenta due volte l’affondo: al 90′ con Ndiaye, il tiro del leone granata però termina alto ed al 91′ con Russo che serve La Monica che spizza di testa, anche in questo caso la conclusione termina alta sopra la traversa. Il match è uno spettacolo puro ed al quarto dei sette minuti di recupero concessi arriva la seconda rete aversana: La Monica tenta il tiro, il portiere ospite devia la palla in corner, sulla lunetta va Ndiaye che batte, riceve in aria Mariani che con un delizioso mancino sigla il 2-3. Non c’è più tempo per il direttore di gara che con il triplice fischio manda tutti sotto la doccia, in una gara combattuta il Paternò esce vittorioso dal “Papa” con un Real Aversa che ha dimostrato, ancora una volta, di essere un osso duro.



TABELLINO

REAL AVERSA – PATERNO’ 2-3

REAL AVERSA: Lombardo, Gala, Schiavi, Strianese, Mariani, Hutsol, Di Lorenzo, Russo D., La Monica, Ndiaye, Cavallo. A disposizione: De Simone, Cesarano, Dello Iacono, Quaranta, Sgambati, Iannone, Sorriso, Falco, Montaperto. Allenatore: Sannazzaro Giovanni

PATERNO’: Latella, Bisconti, Mangiameli (Pugliesi 81′), Basualdo Martinez (Mustacciolo 87′), Scoppetta, Bontempo, Dama (Palermo 70′), Cangeni, Foderaro, Rizzo (Castagna 75′), Camara (Guarnera 91′). A disposizione: Tripoli, Puglisi, Guarnera, Palermo, Mustacciolo, Zappala, Castagna, D’Anca, Pappalardo. Allenatore: Torrisi Alfio.

MARCATORI: 54′ Cangeni, 77′ Foderaro, 86′ Castagna, 87′ (a) Puglisi, 94′ Mariani.

ARBITRO: Mario Picardi della sezione di Viareggio

ASSISTENTI: Fabio D’Ettorre (Lanciano), Stefano Carchesio (Lanciano)

 


P