IL MATESE STRIZZA L’OCCHIO AD UN FIGLIO D’ARTE. Il padre Scarpa d’Oro con il Porto, giocò in Serie A



Mario Jardel Junior ed il papà

PIEDIMONTE MATESE – Chi non ricorda un certo Mario Jardel. Bomber brasiliano classe ’73, ha vinto due volte la Scarpa d’Oro nel 1999 e 2002, vestendo le gloriose maglie di Porto e Sporting Lisbona, ed ha giocato anche in Serie A, nella sventurata avventura con l’Ancona a fine carriera. Sulle sue orme sta seguendo un suo percorso il figlio Mario Jardel Almeida Ribeiro Jr., attaccante classe ’96 che è sbarcato in Italia alcuni anni fa ed ora è in procinto di arrivare ai piedi del Matese.

LA CARRIERA. Secondo le nostre indiscrezioni, pare infatti che l’attaccante venticinquenne di nazionalità portoghese-brasiliano sia ad un passo dai Lupi, in arrivo dalla Polisportiva FAVL Cimini, in Eccellenza laziale. Classico centravanti dalla grande forza fisica, è alto 1.92cm quindi ha una stazza niente male per fare goal di testa. La sua prima volta in Italia avvenne due anni fa con l’Arzachena, mentre l’anno scorso siglò 6 goal in 16 partite con il Clube Atlético de Pero Pinheiro in Terza Divisione lusitana. Ed ora il possibile acquisto da parte dei matesini del presidente Luigi Rega e del ds Raffaele Corsale per rafforzare il reparto avanzato e sognare la remuntada verso i vertici della classifica.