DA CASERTA ALL’EUROPA LEAGUE. Scuola Intercasertana e pupillo di Moretti, Spalletti lo convoca per Spartak Mosca-Napoli



Benedetto Barba

CASERTA – La presenza di giovani promesse casertane nel settore giovanile del Napoli è da sempre una costante, grazie al lavoro del responsabile Gianluca Grava di San Prisco. Con il tempo molti di loro hanno la possibilità di allenarsi con la prima squadra ed in alcuni casi scatta anche la convocazione quando ci sono delle assenze. Ieri pomeriggio Luciano Spalletti, in emergenza per diversi casi Covid-19 e gli infortuni degli ultimi giorni, ha così convocato Benedetto Barba per la sfida di Europa League contro la Spartak Mosca: per il giovane difensore classe 2003 che è cresciuto a Caserta sin da quando aveva 5 anni, è la prima ufficiale in prima squadra. Insieme a lui richiamato l’altro talento di Terra di Lavoro, Antonio Cioffi di Talanico, che debuttò in Serie A lo scorso anno contro la Fiorentina.

Benedetto Barba da ragazzino

METODICO. Atleta molto intelligente e pulito tecnicamente, ha iniziato da ragazzino con la Jean Jacques Rousseau e poi ha proseguito con l’Intercasertana di Edoardo Scalera e dell’ex calciatore di Serie B Vincenzo Moretti, prima di iniziare la sua avventura con il Napoli a 13 anni. Dagli Esordienti ha fatto tutta la trafila del settore giovanile, compresa l’Under 17 con il casertano Massimo Carnevale, fino alla grande notizia di ieri, con la convocazione per la partita che si giocherà all’ “Otkrytie Arena” di Mosca alle 16.30. Un momento che Benedetto non dimenticherà mai.