GLADIATOR CONTESTATO. Settimana piena con Bitonto e Torres, poi le mosse di mercato decisive per le sorti neroazzurre



I tifosi del Gladiator (Foto Giuseppe Scialla)

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Umore nero a Santa Maria Capua Vetere. La quinta sconfitta consecutiva ha fatto sprofondare i neroazzurri al quartultimo posto (soli tre punti sull’ultima posizione), aizzando le polemiche dei tifosi che non sono per nulla contenti del vortice negativo. La pesante battuta d’arresto per 5-2 allo stadio di Genzano ha messo a nudo le crepe del reparto difensivo che subisce molto. Con i cinque goal subiti dal Cynthialbalonga, il team neroazzurro crolla infatti al penultimo posto tra le peggiori difese a quota 21 (solo il Formia ne ha subiti di più). Numeri che sorprendono, in considerazione del valore dei calciatori presenti nel reparto arretrato. Sabato tra l’altro erano stati recuperati il portiere Savelloni ed i difensori Sall e Cassaro (oramai ristabilito) ma questo non ha inficiato sul buon esito della gara.

NUMERI NEGATIVI. Va dato atto che i laziali hanno una rosa che nulla ha a che vedere con la zona play-out. L’ex Casertana Danilo Alessandro è stato imprendibile con le sue folate offensive e gli assist, mentre gli attaccanti Nanni e Roberti hanno vinto di gran lunga la sfida con i propri marcatori. Da annotare il ritorno al goal dopo quattro giornate, con Strianese che ha siglato una doppietta, mentre in negativo c’è la quinta partita senza reti di Barone che sembra aver perso quello spolvero iniziale. Le voci di mercato e l’assenza del “gemello del goal” Varela hanno interrotto la sua ascesa ma il Gladiator ha bisogno delle sue reti per lasciare la zona calda della graduatoria.



IL MERCATO. Nonostante la contestazione monti sul web, con numerosi messaggi di critica, la società proseguirà il rapporto con Alessio Martino, come espresso nel comunicato di dietrofront ed in totale dissenso con il parere dei supporters che avevano chiesto la sua testa per dare una scossa. Fatta eccezione per eventuali e brutte debacle contro Bitonto in Coppa Italia e Torres in campionato, il trainer avrà l’opportunità di far risalire la truppa sammaritana, avendo a disposizione la finestra di mercato, che parte il 1 dicembre, per rafforzare la rosa. Mosse di mercato che, a questo punto, risulteranno decisive, a doppio filo, per le sorti di Martino e del Gladiator.