BASKET. Petrucci si prende la responsabilità: per motivi etici il Tam Tam è ammesso al campionato U17



Il logo del Tam Tam

Il Tam Tam Basketball potrà partecipare al campionato Under17 regionale. Lo ha reso noto la FIP, anche attraverso il presidente Gianni Petrucci che si è assunto la responsabilità della decisione, in sostanza, dopo un caldo invito a risolvere la questione dal presidente del CONI, Giovanni Malagò. In una nota della federbasket si legge della decisione in merito che “concede alla società Tam Tam di poter iscrivere a referto per ciascuna gara del campionato atleti di cittadinanza non italiana senza i limiti imposti dai vigenti regolamenti e nonostante i recenti pronunciamenti del Tar a favore della Fip. Tale provvedimento, preso in considerazione dell’unicità del contesto operativo della società Tam Tam – conclude la Fip – mira a riaffermare il valore dello sport come strumento di inclusione sociale e di superamento di ogni ostacolo o barriera di origine razziale».

Soddisfazione è stata manifestata dal CONI, dal Presidente del Consoglio Mario Draghi e dal Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico.



Ecco la nota di Palazzo Chigi: Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, esprime le sue felicitazioni per la risoluzione della vicenda relativa alla società TAM TAM. Con la decisione del presidente della Fip Petrucci, su invito del presidente del Coni Malagò, la squadra di basket potrà far partecipare alle gare del Campionato Under 17 Eccellenza i propri atleti di cittadinanza non italiana senza i limiti imposti dai regolamenti in vigore. “Sincero apprezzamento – dichiara il Presidente Draghi – per questa decisione che concede tale deroga a una realtà nobile che fa dell’inclusione la sua missione, e per aver dimostrato, nell’occasione, grande sensibilità per i valori civili che anche nello sport trovano espressione”.Perer coach Massimo Antonelli è una vittoria, ma è una vittoria ancor più grande per i ragazzi figli di immigrati di Castelvolturno che ora potranno confrontarsi in campionato coi loro coetanei. “Noi combatteremo sempre contro l’esclusione e per l’integrazione. A questo punto sarà naturale guardare allo ius soli per la cittadinanza agli stranieri di seconda generazione” ha dichiarato alla stampa Antonelli. L’ex scudettato Virtus Bologna ha spiegato la notizia giunta al termine del cobsiglio federale con un post su Facebook: “Sono tornato da poco a casa dopo una giornata passata a seguire gli allenamenti e dopo il giro per accompagnare i ragazzi a casa.

Cari amici, sì è tardi, ma ci tengo a condividere con voi questo momento di gioia e di sollievo.

Innanzitutto ringrazio tutte le persone che si sono attivate per sensibilizzare chi governa lo sport e poi voi che non avete mai smesso di farci mancare il vostro affetto.

È stato proprio il vostro incredibile sostegno sui social e sui media il canestro vincente, che ha portato a galla un argomento importante che non riguarda solo Tam Tam ma circa un milione di ragazzi stranieri presenti in Italia.

Il mio pensiero in questo momento va anche a loro.

Tam Tam è solo una piccolissima realtà, ma che in tanti ci pensano e vedono come esempio e come portabandiera dei diritti di tutti i ragazzi stranieri nati qui in Italia, un compito impegnativo che abbiamo fatto nostro e che promettiamo di onorare al meglio per arrivare ad un traguardo a breve che abbracci tutti indistintamente.

Grazie ancora a tutti di cuore anche da parte dei nostri ragazzi”.

Insomma, ora non resta che giocare. In bocca al lupo Tam Tam.