GLADIATOR, SU IL MORALE. Martino: “Chiedo maggiore ottimismo nell’ambiente. Vedo quell’atteggiamento negativo che ha penalizzato…



Alessio Martino al Gladiator

SANTA MARIA CAPUA VETERE – La prima sconfitta in campionato contro l’Afragolese ha lasciato più di qualche scoria nell’ambiente neroazzurro. Nonostante il Gladiator non perdesse dallo scorso 11 aprile, dopo una super partita finita 3-2 nella tana del Monterosi vincitore del campionato, non sono mancate le critiche alla squadra che ne ha risentito in termini di morale. L’allenatore Alessio Martino ha visto un po’ di pessimismo nell’ambiente, per cui chiede a tutta la piazza di stringersi attorno ai suoi ragazzi ed avere maggiore fiducia.

FIDUCIA. Il trainer ex Gelbison ed Eclanese ci mette la faccia e dichiara con la sua classica determinazione: “Il risultato di Cardito è negativo ma bisogna accettarlo. Sono un po’ deluso da una sorta di atteggiamento che può andarci contro nel lungo termine. Sappiamo per cosa siamo stati chiamati, secondo il mio avviso domenica meritavamo di più ed anche altri lo hanno confermato. Siamo artefici dei risultati negativi e positivi, contano i numeri e faremo di tutto per renderli favorevoli. Però è necessario evidenziare quali sono gli obiettivi, perché involontariamente si crea un pessimismo che non mi piace“.



PERDERE DOPO SEI MESI. Il trainer di Casagiove ricorda a chi lo avesse dimenticato le statistiche. Il Gladiator è tornato a perdere dopo sei mesi, dopo quindici risultati utili consecutivi (dieci della scorsa stagione, tre del campionato attuale e due di Coppa Italia). Numeri che non possono passare inosservati: “Nella storia mia e in quella precedente ho sempre dimostrato di essere concreto. Contro l’Afragolese è la prima partita persa dopo l’11 aprile. Nemmeno un’amichevole abbiamo perso ma può capitare. Ho visto un po’ di scoramento nell’ambiente, di sicuro non soffriremo mai come lo scorso anno, saremo competitivi su tutti i campi. Siamo i primi che vogliamo fare un campionato medio alto, che coinvolga tutti e riporti tanti entusiasmo a Santa Maria Capua Vetere. Ai tifosi che vennero a Cascia, dissi che siamo dalla parte dei tifosi e vogliamo lavorare in grande. Accettiamo tutte le critiche ma faremo ricredere tutti”.

OTTIMISMO. Martino indica gli obiettivi: “Con i valori della squadra costruita lotteremo per un campionato medio alto, punteremo ai play-off che possiamo conquistare. Non ci hanno chiesto di vincere né di stare tra le prime due tre posizioni, ma se raccogliamo di meno, dobbiamo lavorare sugli errori. Una squadra che fa 9 goal, che crea, che ha il pallino di gioco nella casa di una squadra come l’Afragolese, vuol dire che ha delle qualità. Vorrei un po’ di entusiasmo, invito la tifoseria di Santa Maria Capua Vetere a starci vicino. Non vogliamo soffrire come l’anno scorso, vogliamo più ottimismo, fino ad ora abbiamo fatto bene andando sul 3-0 contro quell’Aprilia che ora ha 10 punti, abbiamo vinto bene a Monterotondo e capitolato su uno dei due tiri con il Latte Dolce. Vedo quell’atteggiamento negativo che l’anno scorso ha penalizzato la squadra. Ci metto la faccia, ma chiedo a tutti di darci tempo e la fiducia necessaria“.