LA TRAGEDIA DI TERRA DI LAVORO. Hai lottato fino alla fine, onore a te. Buon viaggio Daniel Leone



Daniel Leone

Una tragedia scuote la provincia di Caserta e il mondo del calcio italiano. L’ex portiere della Reggina Daniel Leone se n’è andato questa notte al termine di una lunga e dolorosa malattia. Una notizia che ha gettato nello sconforto la comunità di Pietramelara (nato a Piedimonte Matese) da dove nel 2010 il giovane portiere era partito con una valigia piena di sogni e speranze. Il talento non gli mancava e dopo il settore giovanile con la Reggina le esperienze in C2 con Pontedera, Reggiana e Torres. Torna in Calabria nel 2014 dove però gli viene riscontrato un tumore al cervello. Lui lotta, si opera e torna ad allenarsi. Sale in B a Latina l’anno dopo ma non riesce mai a giocare. Tre presenze col Catanzaro nel 2016-2017 e torna l’incubo. Ma Daniel è forte e continua a combattere pur essendo costretto a dire addio al calcio. Resta sotto controllo ma la situazione non è delle migliori. Ad agosto ennesima operazione per asportare quel male che ormai lo stava dilaniando. Un addio non è mai facile da accettare figuriamoci se è di un ragazzo appena 28enne pieno di vita, con un futuro importante nel calcio e una gran voglia di vivere. La nostra redazione si stringe intorno alla famiglia in questo momento così drammatico. Ciao Daniel, uomo e portiere coraggioso.