DOPO IL CAOS CASERTANA. Minacce, insulti e calunnie: noi e Armando Serpe vittime della frustrazione del tifo-social. Polizia postale a lavoro dopo le nostre querele



La misura stavolta è davvero colma. Anzi stracolma. Abbiamo accettato tutto in questi anni: dalle critiche, polemiche, sfottò, ma poi quando si sfocia in altro allora no. E abbiamo deciso di muoverci con fermezza e determinazione perchè non si può lavorare avendo a che con certa gente. Parliamo della vicenda Casertana che ha gettato nello sconforto un’intera città e una tifoseria. Alcune persone (non più di dieci-dodici) hanno vigliaccamente deciso di puntare l’indice non solo contro la nostra testata, ma soprattutto contro il nostro editore Armando Serpe. Non siamo qui a tessere le sue lodi perché sono i fatti e i numeri a dire se sei capace o meno. Parliamo di un professionista dell’informazione che non è mai sceso a livelli infimi di certa gente. Per sei mesi ha dovuto subire sfottò e punturine di chi si professa tifoso della Casertana e che invece tira solo l’acqua al proprio mulino. Venerdì, però, si è raggiunto il limite quando è stato rintracciato telefonicamente da un numero di telefono venendo offeso da sconosciuti. Ha raccolto tutto il materiale: post su facebook, insulti, frasi allusorie riconducibili a lui da parte di pseudo tifosi e pseudo addetti (ex) ai lavori che in tutto questo tempo non hanno fatto altro che alimentare il fuoco delle sterili polemiche. Ha preferito non rilasciare nessuna dichiarazione, ma è andato dritto alle autorità competenti producendo materiale che fino ad oggi pomeriggio l’ha visto protagonista di autentico stalkeraggio da parte di gente poco informata sui fatti e soprattutto in malafede. Ci fermiamo qui perché ognuno verrà raggiunto dal provvedimento che la legge indicherà, ci stringiamo intorno al nostro editore perché nonostante tutto, nonostante i vergognosi attacchi che riceve quotidianamente, resta al suo posto continuando ad informare gli sportivi della provincia di Caserta. Il resto è solo un penoso modo di trascorrere il tempo sui social.

LA REDAZIONE DI SPORTCASERTANO.IT