PALLANUOTO. Il Volturno è salvo, espugnata la Scandone



Il Volturno festeggia la salvezza (foto: Michela Basile)

Il Volturno espugna la ‘Scandone’ e batte anche in gara 2 dei play-out il Nuoto Napoli, manentendo così la categoria. Il risultato di 19-11, non lascia spazio ad immaginazione (0-7 il parziale nel primo quarto). Ben 11 reti sono arrivate dalla coppia Di Grazia-Alessia Fatone (5 e 6 reti), mentre per le partenopee 6 marcature anche per Camilla Sgrò. Volturno che non ha sbagliato praticamente nulla, soprattutto in superiorità dove ha messo a referto un 7/9 con 3/3 dai 5 metri. Il Napoli deve fare a meno di Ines Altieri squalificata. Le sammaritane iniziano in quarta il primo parziale. Segna subito Di Grazia in superiorità e poi si ripete per ben due volte su rigore. Gaia Fatone sigla il poker per poi lasciare spazio ad una tripletta della sorella Alessia. Nel secondo tempo ancora Volturno con Alessia Fatone ancora con una doppietta (seconda rete in power play) per il 9-0 di parziale choc per le padrone di casa. Ci pensa Sgrò approfittando di un’espulsione a piazzare il primo acuto delle blue. Bergamo, sempre con “l’uomo in più”, riallunga il gap (10-1 Volturno). Il Napoli accorcia con due rigori siglati da Dirupo e Sgrò, prima dei gol di Fusco e Gaia Fatone, entrambi in superiorità. Si va al cambio vasca sul 12-3 ospite. Gialloverdi sul +10 in avvio di tempo con Di Grazia, ma la Sgrò è fredda su rigore e batte Cipriano. Maione viene espulsa per il Napoli, ma ancora Sgrò fa 5-13. Llacja riporta a +9 il Volturno e Bergamo in power play porta in doppia cifra il vantaggio per le ragazze di coach Napolitano. Emma Micillo accorcia, poi un rigore di Di Grazia e Sgrò chiudono il parziale sul 4-4 e sul 7-16 al tabellone. Ultimi 8 minuti di gestione per il Volturno con Fusco che cala il personale tris (7-17), poi il break del Napoli con un rigore di Parisi e due superiorità sfruttate al meglio da Rosa Micillo (10-17). Napolitano chiama time out per far prendere fiato alle ragazze e Fusco porta le ospiti sul +8. Negli ultimi secondi c’è tempo per le reti di Alessia Fatone che chiude così la sua stagione con 43 gol all’attivo e Camilla Sgrò (che non si è risparmiata nemmeno in gara 2). Braccia al cielo per il Volturno di capitan Pellegrino (che dieci anni fa festeggiava la promozione in A1) che tiene la A2 sul campo e può cominciare a programmare, con la riapertura degli impianti natatori al chiuso, anche la prossima stagione. Mettere insieme numeri più corposi per la prima squadra e non solo resta l’obiettivo principale della società sammaritana. Per il Napoli, c’è tempo per crescere e diventare una bella realtà.

NAPOLI NUOTO-VOLTURNO 11-19



(0-7, 3-5, 4-4, 4-3)

NAPOLI NUOTO: Marasca, Maione, Nonno, Parisi 1 (r), Micillo E. 1, Lamberti, Buono, Aiello, Onotri, -, Dirupo 1 (r), Micillo R. 2, Sgrò 6 (2r). All. Koinis (Vestuto squal.)

VOLTURNO: Cipriano, Llacja 1, Fusco 3, -, Genzano, Pellegrino, Bergamo 2, Russo, Fatone G. 2, -, Di Grazia 5 (3r), Fatone A. 6. All. Napolitano

ARBITRI: Lepre e Rovandi

SUPERIORITÀ: Napoli 3/6 + 4/4 rig.; Volturno 7/9 + 3/3 rig.

NOTE: Espulsa nel 3T Maione, espulsione definitiva per Bergamo (V) e Parisi (N) 4T.