MATESE A VELE SPIEGATE. Urbano: “I tifosi saranno un’arma in più, i ragazzi stanno dando il massimo e vanno elogiati per la loro voglia, la posizione è frutto. ..



Corrado Urbano ad Agnone

PIEDIMONTE MATESE – Non si ferma l’entusiasmo in casa Matese dopo la vittoria play-off sulla Recanatese che ha regalato ai lupi il terzo posto, almeno fino a questo pomeriggio, visto che il Pineto ha battuto il Castelnuovo Vomano ed ha superato proprio i matesini ora quarti a +2 dalla Cynthialbalonga quinta. Al termine della gara di domenica, ha parlato mister Urbano molto soddisfatto dei tre punti.

LA GIOIA DEI TIFOSI. Il tecnico elogia i supporters biancoverdi protagonisti di un vero e proprio spettacolo sugli spalti: “Sono stati tre punti importantissimi contro una squadra forte, da parte nostra c’è grandissima soddisfazione, per la prima volta abbiamo avuto il piacere di giocare coi nostri tifosi che ci hanno sostenuto dal primo all’ultimo minuto e anche nei momenti di difficoltà come alla fine che eravamo in sofferenza,  sono stati il dodicesimo uomo in campo e credo che in questo finale di campionato per noi può essere un’arma in più”.



LA MOSSA. Con l’inversione di Adusa a sinistra e Langellotti a destra verso la metà del primo tempo, le cose sono cambiate e la squadra ha giocato il proprio calcio: “Beh a volte le mosse hanno risultati positivi, è chiaro che un allenatore in panchina deve anche smuovere qualcosa, poi a volte ti va bene ed altre no, stavolta ci è adnata bene anche perchè per caratteristiche dei calcatori possono invertirsi sulle fasce, quando giocano col piede naturale riescono a puntare l’uomo e mettere palle invitanti per i nostri due attaccanti. Mi dispiace per Abreu che non ha segnato, gli è mancata un pizzico di lucidità sotto rete ma bisogna dargli atto che ha fatto una grande partita, ed era stato fermo, si era allenato solo due giorni, quegli errori credo siano frutto di mancanza di lucidità, lui è un generoso, dà tutto, sempre”.

I RAGAZZI. In vista del match di Giulianova, Urbano sottolinea come tutto questo sia frutto della determinazione dei suoi ragazzi: “Faccio fatica a  capire come può essere che abbiamo inanellato questa serie di risultati ma non perchè non sia possibile, ma credo che questi ragazzi stiano raschiando il fondo del barile dando il massimo di tutte le energie, è un campionato particolare e si arriverà a giocare alla fine di giugno, cosa che non era mai successa. La classifica ci premia in questo momento ma meritatamente perchè i ragazzi se lo so meritati per il sacrificio, per la voglia. per la determinazione che ci hanno messo, per tutto quello che fanno durante la settimana, non ci ha regalato nulla nessuno, gli va dato atto, gli vanno fatti i complimenti perchè questa posizione è stata acquisita solo con il lavoro e sul campo”.