CASERTANA, VIA LA SPINA DORSALE. I falchetti perdono tre calciatori importanti per la prossima stagione



Cuppone

CASERTA – Dall’amaro triplice fischio con la gara con la Juve Stabia oramai è passato poco meno di un mese e la Casertana del confermato Guidi perde tre pezzi importanti per la prossima stagione. La spina dorsale di una squadra di calcio è solitamente formata dai quattro che occupano la parte centrale di ogni reparto, escludendo Michele Avella, blindato dalla dirigenza rossoblù, hanno lasciato la città della Reggia Carillo, Santoro e Cuppone, i tre “leader” tecnici dei rispettivi ruoli. La partenza di Luigi Carillo, che tornerà al Genoa dopo l’anno in prestito, lascia un vuoto importante sia per la fase difensiva che quella offensiva, il calciatore classe ’96 ha siglato sei reti in questa stagione risultando il secondo miglior marcatore della stagione dei falchetti. Il difensore ha salutato i tifosi attraverso i propri social: “Emozioni forti. Emozioni che non dimenticherò mai. Sono orgoglioso di ognuno di noi e di quello che abbiamo fatto per questa città. Grazie di cuore per questo splendido viaggio. Sempre forza falchi”.

Santoro in azione (Foto Giuseppe Scialla)

Fine contratto. Il 30 giugno di quest’anno scadrà il contratto di tanti calciatori, ma sicuramente le partenze annunciate di Santoro e Cuppone lasciano un vuoto importante. Il centrocampista classe ’99 lascerà Caserta dopo aver svolto tutte le giovanili e le 101 presenze collezionate tra i professionisti in maglia rossoblù, sembra cosa fatta il passaggio al Pisa per il giocatore che forse è stato il “Most Improved Player” di questa stagione. Dal primo luglio, invece, Luigi Cuppone sarà un nuovo calciatore della favola Cittadella, la squadra veneta ha sfiorato la Serie A ed è subito ripartita per programmare la nuova stagione con l’acquisto del bomber da 14 reti protagonista principale della risalita della Casertana nella seconda parte di stagione.



Perdite pesanti per i rossoblù che saranno sicuramente rimpiazzati a dovere, il progetto della società di patron D’Agostino continua con la certezza di Federico Guidi in panchina.