IL GLADIATOR SBATTE SU FRASCA. Il portiere para tutto, Torres agguantata sul pari solo nel finale



Vitiello sbaglia il rigore in Gladiator-Torres

SANTA MARIA CAPUA VETERE – S’infrangono su Frasca le ambizioni da vittoria del Gladiator. Negli oltre novanta minuti, il portiere ex Roma e Taranto si oppone a ben quattro occasioni limpide dei neroazzurri e per poco non regala la vittoria alla Torres, che si porta in vantaggio in una delle poche chance create. Con la forza della disperazione, i sammaritani acciuffano il pareggio dell’1-1 all’84’ ma si mordono le mani per aver perso un’altra occasione per la vittoria. Il rammarico enorme è quello di non aver sfruttato il penalty, sbagliato da Vitiello così come due settimane fa da Di Pietro che avrebbe potuto dare altra inerzia alla gara, e soprattutto Cassaro non approfittano della superiorità numerica per oltre ottanta minuti. Il goal nel finale di Sall evita la sconfitta ma è l’ennesima occasione sprecata per il Gladiator che non riesce a dare una sterzata al proprio campionato nella fase cruciale.

PRIMO TEMPO. Partita fibrillante fino dal primo istante: la posta in palio è altissima per entrambi che vogliono ottenere i tre punti. Prima chance per la Torres: la punizione dal limite di La Vigna viene respinta dalla barriera (4’). Non si fa attendere la replica del Gladiator che guadagna il calcio di rigore al 14’. Vitiello lancia sulla destra Ciampi che mette al centro: Di Finizio stoppa davanti alla porta ma viene atterrato da Vavassori. L’arbitro non ha dubbi nell’assegnare il rigore ed espellere il numero due sardo. Dal dischetto Vitiello angolo il tiro sulla sinistra ma Frasca intuisce, sulla ribattuta Vitiello calcia forte e getta al vento, oltre la traversa, il vantaggio. Brutto replay di quanto accaduto con il Muravera, con il penalty del capitano Di Pietro che fallì un rigore probabilmente decisivo. Il Gladiator non molla e si rende nuovamente pericoloso, potendo approfittare della superiorità numerica. Calcio d’angolo di Mazzotta, svetta sul secondo palo Cassaro che non inquadra lo specchio della porta (18’). I neroazzurri di Alessio Martino premono il piede sull’acceleratore ma sbattono ancora una volta contro il portiere ospite. Angolo di Mazzotta, Di Finizio mette al centro per Sall che calcia a botta sicura in girata: Frasca si supera e, grazie ad un balzo felino, scongiura lo svantaggio (27’). Il Gladiator è padrone del campo ma non riesce a sbloccare il punteggio, conquistando un vantaggio che meriterebbe. Che la sventura perseguiti i neroazzurri, ce se ne accorge al secondo minuto di recupero del primo tempo. Angolo di Coppola, la palla è tesa al centro dell’area per Cassaro che, da posizione invitante, non impatta bene e sfuma una ghiotta occasione (47’pt). Con tanti rimpianti si chiude il primo tempo sul punteggio di 0-0.



SECONDO TEMPO. La Torres ritorna in campo con maggiore verve e preoccupa i neroazzurri che si difendono. A differenza dei padroni di casa che hanno sbagliato molto nel primo tempo, i sardi sono concreti e capitalizzano il vantaggio al primo vero tiro in porta. Mascia avanza sulla destra, passaggio al centro per Origlio che castiga Fusco con una conclusione velenosa. Il Gladiator non crede ai suoi occhi per quanto successo. A testa bassa i neroazzurri si riportano in avanti ed al 73’ vedono infrangersi le proprie ambizioni da goal contro la saracinesca innalzata da Frasca. Pregevole colpo di tacco di Coppola che libera Strianese: il bolide è indirizzato al sette ma il super portiere scuola Roma e Taranto vola a respingere in corner. Girandola di cambi, Frasca blocca il tiro da fuori di Marzano (76′). Con la forza della disperazione il Gladiator va avanti ed effettua molti traversoni. L’arrembaggio dà i suoi frutti all’84’. Da sinistra Arrivoli lancia dall’altra parte per Caruso, passaggio per Marzano che crossa per Sall: stacco in maniera imperiosa e firma l’1-1. Goal di vitale importanza per i sammaritani che danno il tutto per tutto per ribaltare il punteggio. La grande occasione per la vittoria capita sui piedi di Di Pietro. Cross di Di Finizio per Marzano che assiste di prima Di Pietro, il capitano controlla di petto e conclude senza pensarci: ancora una volta Frasca dice no e blinda il risultato sull’1-1.

 

Tabellino GLADIATOR-TORRES = 1-1

GLADIATOR (3-5-2): Fusco; Sall, Cassaro, Maraucci (55′ Di Pietro); Ciampi (46’ Marzano), Coppola (80′ Novello), Vitiello, Di Finizio, Mazzotta (67′ Arrivoli); Strianese, Gubellini (64′ Caruso). In panchina: Maione, Esposito, Di Monte, Cataruozzolo. Allenatore: Alessio Martino

TORRES (4-4-2): Frasca; Vavassori, Schiaroli, Pinna Riccardo, Gomez (86′ Pinna Samuele); Mascia (67′ Fadda), Melli, La Vigna (87′ Rutjens), Bilea; Origlio, Cristaldi (60′ Tedesco). In panchina: Carta, Ruiu, Mastromarino, Likaxhiu, Ponsat. Allenatore: Mauro Giorico

RETI: 63′ Origlio (T), 84′ Sall (G)

ARBITRO: Giuseppe Vingo della sezione di Pisa (assistenti: Mirko Gizzi di Ciampino e Matteo Gentile di Isernia)

NOTE: partita a porte chiuse. Al 15’ Vitiello (G) fallisce un rigore, parato da Frasca (T). Espulso: al 14′ Vavassori (T). Ammoniti: Ciampi, Gubellini, l’allenatore Martino (G); Mascia, Pinna Riccardo, Origlio (T). Angoli: 5-3. Fuorigioco: 2-1. Recupero: 3 nel primo tempo; 5 nel secondo tempo