AVERSA DA APPLAUSI A LAVELLO. Grande prova dei granata che strappano un punto a casa di Zeman



L’Aversa strappa un punto a Lavello

Una battaglia di 100 minuti, una gara da applausi: sacrificio, cuore e attaccamento alla maglia di un gruppo che ha dimostrato, a tutti i costi, di voler lottare su ogni pallone fino alla fine del campionato. A Lavello i normanni dopo un avvio di gara difficile, guadagnano campo e prima pareggiano 1-1 e poi tengono testa ai forti lucani ‘battagliando’ anche nei ben 8 minuti di recupero del secondo tempo. Secondo pareggio in 3 giorni per i ragazzi di De Stefano che mercoledì saranno nuovamente in campo: altra sfida per la salvezza contro Molfetta.

PRIMO TEMPO. Al 3′ subito occasione per il Lavello: Avella sbaglia in area, praticamente serve un pallone sul dischetto di rigore all’attaccante lucano che clamorosamente sbaglia e grazia i normanni. Al 9′ ancora Lavello pericoloso su corner: palla che ‘balla’ in area ma la difesa riesce a liberare e ad allontanare il pericolo. Un minuto dopo azione corale dei lucani di Zeman, il pallone arriva sui piedi di Liurni che anziché calciare di prima intenzione ferma prima il pallone e permette alla difesa granata di recuperare e di mettere in angolo. Al 15′ Liurni colpisce al volto Chianese sotto gli occhi dell’arbitro. Il direttore di gara preferisce estrarre solo il giallo. Primo tiro normanno al 18′: Della Corte trova sul palo lontano Ndiaye, che controlla e prova il tiro al giro ma il portiere para in due tempi. Prima Avella su punizione dal limite e poi Militano per il Lavello provano a iscriversi nel tabellino dei marcatori ma non ci riescono. Al 33′ il Lavello passa: palo di Militano, il pallone arriva sui piedi di Liurni che crossa per Longo che da solo di testa supera Papa. È 1-0. Al 42′ l’Aversa impatta: assist al bacio di Gallo che manda praticamente in porta Chianese, il 10 granata arriva a tu per tu col portiere e lo trafigge con un tiro di punta per l’1-1. Dopo un minuto di recupero si torna negli spogliatoi.
SECONDO TEMPO. Dopo 14 minuti arriva il primo tiro della ripresa ed è un passaggio sul fondo di Militano. Poche emozioni e gara che si innervosisce per l’importante posta in palio. Sempre Militano al minuto 71 ci prova dal limite dell’area ma la sua conclusione finisce abbondantemente sulla traversa. Varchetta e compagni provano a controllare, cercando di partire in contropiede. Sul finale ci prova il Lavello ma Mariani ‘salva’ di faccia una conclusione destinata in porta. Al 90’ paura per Chianese che resta a terra dopo uno scontro di gioco: entrano i medici ma dopo lo spavento l’attaccante napoletano si rialza e continua a giocare. Addirittura l’arbitro concede 8 minuti di recupero ma l’Aversa stringe i denti e lotta su ogni pallone.
LAVELLO: Carretta, Dell’Orfanello, Vitofrancesco, Longo, Burzio, Herrera (dal 42’ st Giunta), Liurni (dal 39’ st Migliorini), Militano (dal 39’ st Esposito), Corna, Garcia, Marotta (dal 20’ st Tuttisanti). All. Zeman
REAL AGRO AVERSA: Papa, Ndiaye (dal 8’ st Palumbo), Mariani, Massaro (dal 30’ st D’Angelo), Varchetta, Avella, Faiello, Gallo, Faella (dal 35’ st Guglielmo), Chianese (dal 47’ st Chiacchio), Della Corte. All. De Stefano
ARBITRO: Zannotti di Rimini
GUARDALINEE: Sciammarella di Paola e Librale di Roma2
RETI: 33’ pt Longo (L), Chianese (A)
NOTE: Terreno in erba sintetica. Espulso al 52’ st Garcia per doppia ammonizione. Ammoniti Liurni, Corna (L), Papa, Chianese, Faiello (A). Recupero 1’ pt, 8’ st
Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone, persone in piedi, persone che praticano sport e attività all'aperto
4
Condivisioni: 5
Mi piace



Commenta
Condividi