IL GLADIATOR SPROFONDA. Sorrentino e la traversa murano tutto: l’Afragolese vince lo scontro diretto



L’esultanza dell’Afragolese

CARDITO – Il Gladiator perde ancora e sprofonda in classifica. Nello scontro diretto del “Vittorio Papa” di Cardito, i neroazzurri di Alessio Martino perdono con il punteggio di 2-0 nello scontro diretto contro l’Afragolese e vengono scavalcati in classifica: ora Di Pietro & soci diventano terzultimi a quota 14 punti. Quarta sconfitta consecutiva e tredicesimo risultato senza vittoria per il team sammaritano che, almeno rispetto alle precedenti partite, ha fatto vedere qualcosa in più: leggeri miglioramenti sul piano delle azioni ma manca sempre il goal. Tante le occasioni create da Del Sorbo e Tedesco su tutti, ma un super Sorrentino e la traversa murano ogni tentativo locale e riportano alla vittoria l’Afragolese degli ex Masecchia e Romano dopo sette sconfitte consecutive. Continua a non fare punti il team neroazzurro che ha bisogno di nuovi rinforzi per poter puntare alla salvezza e mettere fine ad un vortice negativo.

PRIMO TEMPO. L’approccio del Gladiator è identico a quello avvenuto con il Latina: gara in salita per i neroazzurri che subiscono subito un calcio di rigore. Faella dribbla Oliva che lo atterra: per l’arbitro non ci sono dubbi. Dal dischetto Marzullo spiazza Fusco e porta in vantaggio i rossoblu. Goal dell’ex per il capitano dell’Afragolese che cambia l’esito del match (7’). Il Gladiator replica con il tirocross di Di Paola che spaventa Sorrentino: il portiere locale salva con un balzo felino (8’). Lo stesso pipelet locale è strepitoso nel respingere in corner la punizione pericolosa di Tedesco (12’). I neroazzurri spingono sull’acceleratore e si rendono pericolosi con il colpo di testa di Del Sorbo: sfera fuori (16’). La tensione è altissima per la posta in palio. La retroguardia rossoblu, orfana di Lagnena e Di Girolamo, si oppone ai tentativi dei neroazzurri: tenta da fuori Tedesco senza fortuna (28’). In avanti l’Afragolese di Masecchia si affida alle progressioni di Faella e Ceparano che mettono in apprensione la difesa ospite. I padroni di casa costruiscono due grandi chance per il raddoppio nel finale di tempo. Liguori arriva sul fondo e crossa: Faella colpisce di testa e sfiora il palo (42′). Tre giri di lancette dopo il diagonale mortifero di Puntoriere manca il bersaglio grosso per questione di millimetri (45′). Si torna negli spogliatoi sul punteggio di 1-0 per l’Afragolese.



SECONDO TEMPO. Il Gladiator entra in campo con maggiore grinta e manca clamorosamente il pari al 48′. Mischia su un calcio piazzato, Coppola calcia forte ma Sorrentino smanaccia sulla traversa e salva la sua porta. Ancora decisivo l’esperto portiere napoletano che neutralizza il tentativo ospite. Tedesco è l’attaccante sammaritano che ci prova di più: il bolide di contro balzo finisce di poco alto sopra la traversa (56′). Il Gladiator continua la pressione ma va a sbattere contro un Sorrentino in stato di grazia. Il portiere napoletano ex Sarnese, Portici e Monza blocca l’incornata di Di Paola sul cross di Tedesco (62′) e poi compie un miracolo su Del Sorbo: un tiro fortissimo che l’estremo difensore mura in uscita con tutto il corpo. Così come in tutta la stagione, il Gladiator trova difficoltà a segnare ed alla prima vera chance subito della ripresa non viene perdonato dall’Afragolese. Il neo entrato ex Serie A Fava Passaro imbecca con un tocco pregevole Energe che tenta la finta su Di Finizio: il terzino sammaritano salva in scivolata il tiro a colpo sicuro ma sulla ribattuta al limite dell’area è presente Ceparano che, tra una selva di gambe, pesca il pertugio giusto con una staffilata. E’ la rete del raddoppio dell’Afragolese che taglia le gambe al morale dei sammaritani (74′). Nonostante i due goal di svantaggio, il Gladiator si porta avanti con la forza della disperazione. Perfetto cross di Tedesco per Del Sorbo che svetta su Astarita ma è una maledizione: se non c’è Sorrentino è la traversa che nega il goal ai sammaritani (77′). Assalto nel finale dei sammaritani che vanno finalmente in rete al 92′ ma non si può neanche gioire perché l’arbitro annulla per fuorigioco. Finisce così 2-0 per l’Afragolese, notte fonda per il Gladiator.

Tabellino: AFRAGOLESE-GLADIATOR = 2-0

AFRAGOLESE (4-3-3): Sorrentino; Liguori (78′ Giordano), Sannia, Astarita, Riccio; Ceparano (81′ Percuoco), Marzullo, Costantino; Fode (57′ Energe), Puntoriere (87′ Napolitano), Faella (73′ Fava Passaro). In panchina: Pragliola, Farinola, Marchese, Giordano, Napolitano, Tarallo. Allenatore: Giovanni Masecchia

GLADIATOR (4-2-4): Fusco; Andreozzi (46′ Siciliano), Oliva, Maraucci, Di Finizio; Vitiello, Coppola (70′ Di Monte); Tedesco, Del Sorbo, Altomare (67′ Arrivoli), Di Paola. In panchina: Maione, De Carlo, Di Pietro, Strianese, Marzano, Falco. Allenatore: Alessio Martino

MARCATORI: 7′ Marzullo su rig. (A), 74′ Ceparano (A)

ARBITRO: Gabriele Restaldo della sezione di Ivrea (assistenti: Federico Giovanardi di Terni e Gian Marco Cardinali di Perugia)

NOTE: partita a porte chiuse. Ammoniti: Costantino, Sannia, Ceparano, Giordano (A); Andreozzi (G). Angoli: 2-3. Fuorigioco: 3-2. Recupero: 0 nel primo tempo; 8 nel secondo tempo