CHE DEBUTTO PER UN FRESCO EX CASERTANA. Entra e dopo un minuto fa male a Feola nel big match: Ginestra festeggia…



Gioele Origlia (Foto Giuseppe Scialla)

CASERTA – Miglior debutto non poteva sognare con la sua nuova maglia. All’esordio con il Picerno, che lo ha ufficializzato giovedì, Gioele Origlia entra all’87’ e dopo neanche un minuto sigla il goal della vittoria per 0-1, nel big match del girone H di Serie D allo stadio “Giuseppe Capozza” di Casarano. L’atleta romano ex Casertana raccoglie il pallone ribattuto dal muro difensivo salentino e da fuori area trova una conclusione che permette al pallone di insaccarsi in rete.

A CASERTA. Tutti sono corsi ad abbracciare il talento romano classe ’99 ex Frosinone e Vis Artena, sia i compagni di squadra sia l’allenatore dei lucani Ciro Ginestra che lo volle due estati fa alla Casertana, gli garantì spazio la passata stagione e che in questa sessione di mercato, appena il calciatore si è liberato dai falchetti dopo un anno e mezzo condito da 16 presenze e 0 goal in Serie C (lo scorso 6 gennaio lo svincolo dopo non aver mai impressionato), lo ha convinto a firmare per il Picerno.



UN GROVIGLIO. Se un ex rossoblu come Ginestra sorride, ce n’è un altro che invece mastica amaro: si tratta del trainer della corazzata Casarano Vincenzo Feola, vecchia conoscenza all’ombra della Reggia, che si lecca le ferite dopo la sconfitta. I pugliesi restano infatti primi in classifica con 23 punti, ma il Picerno si avvicina ad una sola lunghezza, ed il Lavello di Karel Zeman è a -2 (da precisare che Picerno e Lavello hanno una gara da recuperare, quindi possono effettuare il sorpasso). Dunque è proprio il caso di dire che Origlia ha reso la classifica sempre più un groviglio, con tante squadre in pochi punti che si contenderanno l’accesso in Serie C.