Quarto tempo choc per il Volturno. La Vis Nova rimonta e vince a Santa Maria



Dusan Vidovic, coach del Volturno

La Serie A2 femminile di pallanuoto torna in vasca dopo 11 mesi esatti e con una formula diversa per andare incontro alle esigenze relative alle misure anti-Covid19. Il Volturno ospita nella sua piscina, ancora con lavori in corsi per il suo ammodernamento, la Roma Vis Nova in una gara non facile.

Il Volturno prima illude, poi si perde sul più bello, complice un calo fisico e forse anche mentale. La Roma Vis Nova che non si è mai persa d’animo ha sfruttato ogni singolo vulnus del nuovo Volturno di coach Vidovic e con la precisione chirurgica di una scatenata Angiulli (7 reti per lei) piazza uno sprint choc nel quarto parziale. Un 4-0 che ribalta ogni pronostico alla fine del terzo periodo. Il risultato finale è di 9-11 in favore delle romane con le gialloverdi che devono recriminare per le tantissime occasioni sciupate soprattutto nei primi due quarti, quando si poteva addirittura mettere in ghiaccio il match portandosi sul +4 ed invece in un amen si è passati al -1 Roma. Ancora qualcosa da rivedere per Vidovic, ma di sicuro il Volturno per tre tempi è apparso motivato e perfettamente in partita, sapendo anche gestire bene in alcuni frangenti. Con la crescita di condizione delle giocatrici di punta si potrà fare bene. Crescita di condizione, però, che dovrà essere dimostrata già tra due settimane nel prossimo impegno. Il girone Centro ha poche gare da disputare ed ogni punto perso per strada peserà tantissimo nell’economia della stagione.



Daria Starace, tre gol per lei

Si inizia con un minuto di raccoglimento. Vidovic lancia subito la Cipriano tra i pali, mentre sulla sponda Vis Nova c’è la sammaritana ed ex Volturno Federica Martucci. Le ragazze di Pierpaolo Carapella partono subito bene, primo attacco delle locali neutralizzato e subito gol da parte della Angiulli in controfuga. Il Volturno reagisce. Alessia Fatone sbaglia un rigore, ma è lesta a recuperare palla e a torvare la rete tra una selva di braccia avversarie. Capitan Pellegrino ribalta con un pallonetto dalla distanza. Angiulli impatta prima del tiro di forza della Genzano che piega le mani a Camerota. Poi Di Grazia da posizione 1 allunga sul +2 (4-2) a fine primo quarto. Nel secondo tempo Di Marcantonio accorcia, e Starace in solitaria riallunga l’elastico per il Volturno. Le padrone di casa sono in controllo dell’incontro e Sara Bergamo schiaccia in rete sul finire di una superiorità. Sul 6-3 il Volturno sbaglia un gol clamoroso con Genzano e becca la punzione dalla solita Angiulli. Doppia occasione per la Pellegrino davanti a Camerota, ma per il capitano solo palo e traversa con le soluzioni di forza sotto porta. Rientra definitivamente la Vis Nova con il jolly pescato dalla Di Basilio. Si cambia lato di attacco a metà gara sul 6-5 per le gialloverdi. Il Volturno rientra bene in acqua e Starace sigla un rigore per il +2. Angiulli, però 20” dopo tiene a galla le romane per il -1. Genzano, lasciata libera, fa doppietta personale per l’8-6. Angiulli, però, lasciata ancora libera fredda la giovanissima Cipriano in superiorità. Starace lotta e spesso non viene premiata dal metro arbitrale di Barletta, ma in beduina dopo un fallo ai 5 metri trova l’angolo giusto per il 9-7. Il Volturno deve tirare il fiato per la panchina corta e anche Genzano è colta da crampi. La condizione cala e anche la lucidità e un rigore della Angiulli subito ridà fiducia alle ospiti che vanno a segno di seguito con Boldrini in superiorità (sotto le braccia della Cipriano), ancora Angiulli per il settimo sigillo personale sempre con “l’uomo in più” e Di Marcantonio lasciata sola dopo l’arrembaggio locale fissa il punteggio sul definitivo 11-9 per le capitoline. Volturno a testa bassa e col fiatone a fine partita, mentre la Vis Nova parte col piede giusto in una trasferta difficile. Niente è perduto, però, per le sammaritane che come riferito in precedenza, hanno dimostrato di essere già una buona squadra, anche se non ancora quella che ha in mente Dusan Vidovic.

Uno dei 7 gol messi a segno da Angiulli per la Vis Nova

VOLTURNO-ROMA VIS NOVA 9-11 (4-2, 2-3, 3-2, 0-4)

VOLTURNO: Cipriano, Llacja, Fusco, Starace 3 (1r), Genzano 2, Pellegrino 1, Bergamo 1, Ingenito, Fatone G., – , Di Grazia 1, Fatone A. 1, Raimondo. All. Vidovic

ROMA VIS NOVA: Camerota, Martucci, Vargas, Cimalacqua, Di Basilio 1, Ciccione A., Fortugno, Gilardi, Lomonte, Boldrini 1, Di Marcantonio 2, Angiulli 7 (1r), Ciccione G. All. Carapella

ARBITRO: Barletta

Superiorità: Volturno 1/3 + 1/2 rig., Vis Nova 3/4 + 1/1 rig.

Note: Nessuna uscita per limite di falli gravi. Sprint: 3-1 Volturno. Partita giocata a porte chiuse per le norme anti-Covid19.