GLADIATOR, FINALMENTE VITTORIA. Sbancata Formia in pieno recupero, i neroazzurri si sbloccano



Ferrara esulta dopo il gol (Foto Serpe)

MARANOLA DI FORMIA – Successo in extremis del Gladiator allo stadio “Washington Parisio” di Maranola di Formia. Grazie al goal di Falco al 92′, i sammaritani trionfano in rimonta con il punteggio di 1-2 e conquistano il primo successo stagionale. Una vittoria voluta fortemente dai ragazzi di Clemente Santonastaso che si sbloccano e salgono a quota 6 punti in classifica, obbligando i padroni di casa alla prima sconfitta. Da rimarcare la grande azione personale di Landolfo che scarta due atleti e mette Falco a tu per tu. Inamovibile fino allo scorso anno Landolfo sta giocando di meno ma oggi ha dimostrato il suo grande attaccamento, con un assist che vale un goal. L’azione ha deciso il match che è stato ben giocato da entrambe le squadre, con i neroazzurri che ancora una volta sono molto convincenti sul piano del gioco. Ed i tre punti danno tutt’altro senso alla prestazione.

PRIMO TEMPO. Approccio incandescente dell’Insieme Formia. Dopo appena quindici secondi, Chinappi gira per Gomez che scaraventa la palla in rete con un tiro mortifero a fil di palo: Fusco non s’aspettava la conclusione ed infatti era leggermente fuori dai pali, così non può far altro che raccogliere la palla in rete per il vantaggio dei laziali (1’). Avvio shock dei neroazzurri che hanno però l’immediata forza di reagire. Su un disimpegno errato di Capogna che è lento a rinviare, Ferraro ci crede, mette la gamba e ribatte in rete il rilancio. Fondamentale il pareggio immediato dei sammaritani, con il primo goal in campionato del nuovo acquisto (5’).



In seguito ai botti iniziali, i due allenatori registrano meglio le proprie difese. I padroni di casa provano ad inserirsi nella retroguardia sammaritana che si chiude bene. Buona chance per i locali al 24′ sugli sviluppi di un calcio di punizione: Chinappi fa sponda per Callegari che manda alto a centro area. Al 30’ si forma un capannello per un fallo di reazione di Di Vito in seguito alla trattenuta di Strianese: ne fanno le spese entrambi, ammoniti insieme a Pirolozzi che risentirà del giallo nel prosieguo del match (30’). Per una nuova chance bisogna attendere il 35’ con Ferraro che stoppa di petto la palla sul cross di Di Finizio e sfiora il palo col sinistro (37’). Il Gladiator è più incisivo e mette i brividi ai padroni di casa ancora con il bomber ex Morrone che devia con il ginocchio, su assist di Coppola: la palla esce di un niente dall’incrocio dei pali (42’). Si torna negli spogliatoi sul punteggio di 1-1.

SECONDO TEMPO. L’Insieme Formia entra con vivacità nel match. In un’azione insistita, Zonfrilli recupera palla in area, si accentra ma trova la respinta di Fusco (48’). Colpo di scena al 55’. Pirolozzi commette fallo su Ferraro in moto irruento e l’arbitro estrae la seconda ammonizione e conseguente espulsione per il capitano laziale (56’). Nonostante l’inferiorità numerica, il team locale si ricompone e prova il jolly dai trenta metri con Iorio Forestero: palla d’alta di poco (59’). Un pericolo per parte al 67’. Sugli sviluppi di un corner, Maraucci e Falco tirano ma vengono murati. Immediato è il capovolgimento di fronte per Gomez che viene lanciato nella prateria: provvidenziale l’uscita con i piedi di Fusco che spazza e salva letteralmente il risultato.

Girandola di cambi per i due allenatori che effettuano tutte e cinque le sostituzioni. Il match è molto combattuto, con nessuna delle due squadre che vuole perdere. Infatti si assiste solo a tiri da lontano, come con Sall e Gomez. Entra anche Tripicchio che manda di poco alto sopra la traversa (82′). Annullato all’87’ una rete a Gomez per un fallo su Sall, ma i padroni di casa protestano vivacemente. La partita sembra indirizzarsi verso il pari, poi all’84’ Santonastaso manda in campo Landolfo. La sostituzione è decisiva perché al 92′ lo stesso terzino classe 2001 si rende protagonista di una grande azione di caparbietà, al limite dell’area supera in sombrero un avversario, entra in area e, con Capogna in uscita, serve di testa Falco che spinge in rete a porta sguarnita (92′). Grande esultanza di gruppo per i sammaritani che mettono fine alla maledizione. Il Formia è colpito profondamente ed al 95′ Palumbo viene espulso per ingiurie. Al triplice fischio grande festa del Gladiator per il primo successo.

 

Tabellino: INSIEME FORMIA-GLADIATOR = 1-2

FORMIA (4-4-1-1): Capogna; Iorio Forestero, Callegari, Pirolozzi, Di Vito; Jammeh (57′ Tounkara), Gargiulo, Chinappi (69′ Centra), Romano (46′ Durazzo – 76′ Gentile); Zonfrilli (83′ Palumbo); Gomez. In panchina: Trapani, Quirino, Cuomo, Lonardo Allenatore: Salvatore Amato

GLADIATOR (4-3-3): Fusco; Fazi, Maraucci, Sall, Di Finizio; Coppola (74′ Tripicchio), Vitiello (83′ Marzano), Di Pietro; Strianese (84′ Landolfo), Ferraro (64′ Del Sorbo), Barbetta (53′ Falco). In panchina: Maione, De Carlo, Siciliano, Suppa. Allenatore: Clemente Santonastaso

RETI: 1′ Gomez (IF), 5′ Ferraro (G), 92′ Falco (G)

ARBITRO: Mattia Nigro della sezione di Prato (assistenti: Lucio Magherini di Prato e Massimiliano Moretti di San Benedetto del Tronto)

NOTE: Partita a porte chiuse. Espulsi: Pirolozzi per doppia ammonizione al 55′, Palumbo al 95′ per ingiurie (IF). Ammoniti: Di Vito, Chinappi, Callegari (IF); Strianese, Fazi (G). Angoli: 1-1. Fuorigioco: 4-2. Recupero: 1 nel primo tempo; 6 nel secondo tempo