DILETTANTI IN DIFFICOLTA’. Stagione 20/21 a rischio, quale futuro?

Regna l'incertezza sul futuro dei dilettanti



Sono oramai tre settimane che il calcio dilettantistico è fermo al palo e più che un inizio di campionato è stata una falsa partenza per la stagione 2020/2021. Già la scorsa stagione si era conclusa, per ovvie ragioni sanitarie, ad inizio marzo per la pandemia che tuttora attraversa il globo terrestre ed ora ci ritroviamo, tutti e praticamente tutti, fermi al “palo” in attesa di conoscere il futuro. La FIGC Campania ha giustamente bloccato tutti i campionati, dopo il DPCM di ottobre, fino al 3 dicembre, ma dovrebbe e potrebbe essere una pausa molto più lunga con il rinvio delle competizioni al 2021. Ma regna grande incertezza sulla nuova partenza, il calcio dilettantistico vive forse il momento più difficile della propria storia, una battaglia che tutti stanno combattendo su più fronti e mettendo al primo posto la salute pubblica, ma non sta a noi prendere iniziative o dare soluzioni sulla situazione sanitaria.

Il futuro. Provando a parlare solo ed esclusivamente di calcio e della possibile ripresa, l’ipotesi più reale e visti anche il possibile maltempo di stagione (nonostante finora regni sovrano il sole su ogni campo di calcio ndr) è quella di un rinvio ai primi mesi del 2021. È una situazione in completa evoluzione e molto dipenderà dalle condizioni della nostra regione, siamo in piena zona gialla, ma il governo giornalmente attende dati ufficiali da Palazzo Santa Lucia. Una seconda ipotesi è quella di recuperare, entro fine 2020 avendo tre fine settimana a disposizione, le partite rinviate in questo inizio di stagione, ci sono tante squadre che praticamente non sono scese in campo con continuità, eccezion fatta per il Villa Literno che non ha ancora debuttato in campionato. Siamo ripetitivi, ma al momento è tutto fermo in attesa che la situazione migliori.



Giovanili. Il campionato Juniores regionale doveva partire inizialmente a fine ottobre, poi il rinvio al week-end del 7-8 novembre ed infine lo stop del DPCM del governo Conte. L’inizio del campionato Juniores rimane appeso ad un filo, probabile la ripartenza delle attività giovanili nel 2021 e non prima che la situazione prenda una piega decisamente migliore. È forse il periodo di inattività più lungo per i più piccoli, molte società che hanno il settore giovanile stanno organizzando video-lezioni con piccoli esercizi da far svolgere a casa o nel proprio giardino per far rimanere attivi una fascia generazionale che potrebbe non conoscere il rimbalzo “storto” del SuperSantos per strada.

Calciomercato. Con la mancata ripresa delle attività prima del 3 dicembre rimane il dubbio sul calciomercato dicembrino che solitamente ridisegna le squadre dopo i primi mesi di stagione. Potrebbe essere l’occasione per allineare il calciomercato della LND con i professionisti spostando tutto a gennaio. Magari solo per questa stagione oppure anche per il futuro, ma questo dovrà deciderlo la LND di Roma visto che la decisione comprende anche il campionato di Serie D.

Non è punto, né un capitolo a parte, ma sappiamo tutti che la priorità è che migliorino le cose e che presto usciremo da questo strano 2020 che ci ha portato solo una pandemia, vogliamo tornare a raccontarvi del goal al 90′ e delle mille sfide che il calcio dilettantistico campano e casertano regalano a noi amanti di questo sport.