GLADIATOR, CHIESTO IL RINVIO DI DUE GARE. Positivi in buona salute, allenamenti ancora sospesi



Il manto erboso del Mario Piccirillo

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Continua l’emergenza Covid-19 al Gladiator. Al momento i neroazzurri non hanno ancora ripreso gli allenamenti e stanno svolgendo le sedute in maniera individuale, in collegamento da casa tramite i social network (così come è avvenuto nel lockdown) con l’allenatore Clemente Santonastaso, il preparatore atletico Ciro Zampella ed il preparatore dei portieri Vincent Credendino. I nove positivi sono in buona salute, tra questi sette sono asintomatici e due con lievi sintomi.

IL DOPPIO RINVIO. In questa situazione così delicata, il team neroazzurro si sta muovendo su più fronti. Prima di tutto, onde evitare responsabilità, la società ha provveduto al tampone della juniores nazionale ed allo staff tecnico e dirigenziale, in modo tale da tutelare la salute di tutti. Dal punto di vista burocratico, poi, è stato chiesto il rinvio delle gare di domenica contro l’Arzachena al “Piccirillo” e di mercoledì prossimo contro il Carbonia, per cui è stata richiesta una nuova posticipazione.



LA SALUTE. Con una rosa depotenziata dal punto di vista atletico e quindi psicologico, oggettivamente il Gladiator è penalizzato rispetto alle avversarie e si attende l’accoglimento delle richieste di rinvio da parte della Lega Nazionale Dilettanti, al fine di tornare presto alla normalità e disputare le prossime gare con la garanzia che venga tutelata la salute sia dei calciatori neroazzurri sia degli avversari.