LA GRANDE CHANCE – Un altro talento dell’Oasi Sanfeliciana approda nel professionismo e firma con la Salernitana



Il giovane Clemente Crisci

Contrariamente alla diffusa prassi dei passaggi precoci dei giovani alle società professionistiche, questo trasferimento rappresenta, da un lato, la forte convinzione della Salernitana di assicurarsi il cartellino di un giovane dal profilo davvero interessante e, dall’altro, premia il lavoro di qualità svolto negli anni dall’Oasi Sanfeliciana, scuola calcio nella quale Crisci ha svolto tutta la sua formazione calcistica sin da bambino.

Essenziali per il buon esito dell’operazione si sono rivelate l’attività di scouting di Dario Di Pietro, che ha seguito e monitorato nel corso degli anni la crescita di questo ragazzo, avendone prima di tutti individuato le qualità e i margini di miglioramento, e l’efficace intermediazione dell’operatore di mercato Emanuele Marzocchi.



Crisci è un esterno offensivo che riesce ad abbinare una notevole forza – nello stretto ed in progressione – a fini qualità tecniche – in particolare nell’uno contro uno e nella finalizzazione; qualità che gli consentono di saper continuamente mettere in difficoltà le difese avversarie, come dimostrano le valanghe di reti che gli hanno consentito di vincere la classifica capocannonieri nella categoria Under 18 regionale per due anni consecutivi (anche sotto età) e di diventare un punto di riferimento della rappresentativa regionale Under 19, sempre sotto età.

Nella prossima stagione Crisci sarà ceduto in prestito al Messina per disputare il campionato di serie D: l’obiettivo è di metterlo da subito alla prova in una piazza importante, ponendolo nelle condizioni di giocare e fare la necessaria esperienza.

Molto soddisfatto il presidente della scuola calcio Oasi Sanfeliciana, Fiorenzo Della Rocca: “Clemente Crisci è stato ben 13 anni con noi, da quando ha mosso i suoi primi passi su un campo da calcio fino ad oggi: il suo passaggio nei professionisti conferma la bontà del lavoro condotto dal nostro staff. Con la sua costante determinazione è riuscito a raggiungere il suo obiettivo. Agli occhi dei nostri allievi più piccoli è diventato un simbolo: se ci credi davvero puoi farcela. Ora sta a lui continuare a farsi strada nel calcio. Lui sa come fare, ne siamo certi”.