FURIA VILLANO. L’amarezza: “Mi sono dimesso dal Mondragone, basta calcio in Campania. Il titolo di D del Tre Pini era ad un passo, poi…..



Il presidente Francesco Villano

MONDRAGONE – Nel frenetico mercato che in queste settimane ha interessato numerosi titoli che sono stati venduti o acquistati, c’è una squadra che è rimasta scontenta, il Mondragone che dopo aver detto addio al titolo del Tre Pini Matese, ha visto sfumare i suoi sogni di promozione.  Dopo la delusione per non aver ottenuto un titolo ed un consequenziale possibile salto di categoria, un’altra notizia ha scosso l’ambiente granata, le dimissioni dell’ormai ex Presidente Francesco Villano al quale abbiamo rivolto alcune domande.

In queste settimane si sono rincorse numerosi voci sull’interesse nei confronti del titolo del Tre Pini Matese, ci può raccontare come è andata, e come mai non è andata a buon fine la trattativa?



“La trattativa era partita benissimo, ci avevano anche comunicato una somma da donare per acquistare il titolo la sera di un venerdì. Il sabato seguente ho mandato delle persone perché non potevo muovermi in prima persona a causa di impegni lavorativi. Quando i miei collaboratori sono andati sul posto sono stati accolti con mille scuse, ci dissero che ci avrebbero fatto sapere entro il successivo mercoledì ma quel giorno ci hanno liquidati con un messaggio in cui ci dicevano che erano stati costretti a cedere il titolo all’Aversa. Gli avevamo portato ciò che ci avevano chiesto ma poi ci hanno risposto picche quando siamo andati da loro”.

In redazione era pervenuta la notizia che ci fosse un interessamento anche per il titolo dell’Aversa, cosa è successo?

“No, no è falso, non siamo mai stati interessati al titolo dell’Aversa, non faccio più calcio in Campania. Per il momento ho preso questa decisione, di non fare più calcio in Campania. Non continuerò il mio rapporto lavorativo con il Mondragone, infatti ho dato le mie dimissioni proprio nella giornata di ieri. Ho preso questa decisione per motivi personali e per scelte lavorative che non hanno nulla a che vedere con il calcio.”

Se dovesse dare un giudizio alla stagione del Mondragone, che bilancio tirerebbe?

“E’ un bilancio sicuramente più che positivo è stata una stagione in cui la squadra è andata oltre le più rosee aspettative. Se fossimo riusciti a conquistare questo titolo dei Tre Pini Matese avremmo potuto ovviare ad un progetto molto ambizioso con imprenditori del nord che erano già pronti ad investire per poter vincere il campionato di serie D.”

Alcune voci parlavano anche di un interessamento al titolo dell’Alife, c’è stato un contatto? e quale futuro attende Francesco Villano?

“Si c’è stato un interesse iniziale seguito però da un raffreddamento perché la loro è una squadra che milita in Promozione e partire da questa categoria non sarebbe stato giusto. Per il futuro, me lo chiedo anche io, continuerò a fare calcio, non so dove ma di sicuro nel mio futuro c’è il calcio. Almeno per ora non in Campania, sono in trattativa con vari presidenti e società del campionato molisano. Al Mondragone auguro tutte le fortune di questo mondo, è sempre la mia città e la porto nel cuore.”