LO SPORT ITALIANO SI FERMA – La salute prima di ogni altra cosa. Il Coronavirus continua ad espandersi, il Coni sospende tutte le attività

L’ufficialità verrà data nelle prossime ore, al massimo domani mattina, ma lo sport italiano ha deciso di fermarsi. Il pericolo contagio è troppo forte per continuare a giocare semplicemente a porte chiuse. Si sono verificati i primi casi nel calcio e nel volley. Ecco perchè il Coni ha preso la decisione più ovvia: fermare lo sport italiano.

“Sono sospese tutte le attività sportive ad ogni livello fino al 3 aprile 2020;
per ottemperare al punto sopra descritto, viene richiesto al Governo di emanare un apposito DPCM che possa superare quello attuale in corso di validità;
di chiedere alle Regioni, pur nel rispetto dell’autonomia costituzionale, di uniformare le singole ordinanze ai decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri al fine di non creare divergenti applicazioni della stessa materia nei vari territori”. Questo l’estratto del comunicato ufficiale che verrà poi accolto dal Governo e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Tre settimane senza alcuna disciplina sportiva. Hanno già messo in quarantena la Lombardia, presto toccherà ad altre regioni. Meglio non rischiare. Giusto così.