IL GLADIATOR SBATTE SUL PALO. Ripresa vivace col Taranto, pari al ‘Piccirillo’

Un’azione di gioco (Foto Giuseppe Melone)

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Quinto risultato utile consecutivo per il Gladiator che pareggia in casa contro il Taranto. Allo stadio “Mario Piccirillo” i neroazzurri del tecnico Santonastaso hanno fermato il Taranto sullo 0-0 conquistando un buon punto che proietta i sammaritani al decimo posto a quota 33 a+4 sulla zona play-out. Dopo un primo tempo soporifero Del Sorbo e compagni nella ripresa creano anche qualche chance per passare in vantaggio ma il palo nel finale strozza in gola l’urlo dei tifosi. Prestazione di grande compattezza della squadra e del reparto difensivo che per la quarta volta consecutiva ha mantenuto la porta inviolata.

PRE PARTITA – Clemente Santonastaso ripropone ancora il 4-3-3 con il quale sta ottenendo buoni risultati per cercare di scardinare la difesa tarantina. Cinque sono i cambi rispetto al pari in casa del Fasano. Landolfo con Di Finizio sulle fasce e Sall con Maraucci al centro difendono la porta di Fusco. In mezzo al campo assenti sia Vitiello che Prevete, Marzano diventa regista ed ha al suo fianco Ziello e Capone, in avanti Di Paola e Sorrentino ai lati di Del Sorbo. Il Taranto di Luigi Panarelli risponde con un ordinato 4-4-2 e si affida al tandem d’attacco formato da Olcese e Actis Goretta.

IL PRIMO TEMPO. Le due squadre giocano prevalentemente a centrocampo e preferiscono non scoprirsi troppo. La prima conclusione arriva al 20’ e porta la firma di Olcese ma Fusco fa buona guardia e para a terra. Il Taranto ha un leggero predominio territoriale ma le occasiono latinano ed il punteggio resta invariato. Superata la mezz’ora ci provano ancora gli ospiti con Actis Goretta ma la conlusione del centravanti termina alta sopra la traversa. Il Taranto si rende pericoloso nuovamemte al 39’ quando Guaita impegna Fusco direttamente con una conclusione da calcio d’angolo, il portiere respinge e rimette il pallone in area ma la difesa nerazzurra spazza. In pieno recupero Matuta  con una girata ma Fusco non si fa sorprendere. È l’ultima sortita offensiva di un primo tenpo soporifero di occasioni e molto equilibrato.

IL SECONDO TEMPO. La seconda frazione sembra più frizzante fin dalle prime battute ed il Taranto crea subito due occasioni. Al 49’ Van Ransbeeck calcia una punizione dai venti metri indirizzata verso l’angolino basso ma Fusco con una prodezza si oppone deviando in angolo. Due minuti dopo ancora il pipelet locale protagonista: da un calcio d’angolo di Guaita, il pallone viene respinto al limite dove arriva Oggiano che con un gran tiro al volo mira all’abgolino, l’estremo difensore neroazzurro si oppone con un altro super intervento e neutralizza salvando il Gladiator. I padroni di casa tentano di imbastire un’ azione offensiva e al 64’ creano una ghiottissima chance per sbloccarla. Dal corner Di Paola mette al centro per la torre Maraucci che in spaccata cerca il goal in acrobazia ma la conclusione termina sull’esterno della rete, mani nei capelli per il difensore che già contro il Bitonto aveva segnato con una zampata delle sue. Santonastaso decide che è arrivato il momento del primo cambio e lancia nella mischia Troianiello che prende il posto di Di Paola. Gli ospiti sono sempre pronti a ripartire come al 67’ quando Actis Goretta triangola con Genchi, la punta mette al centro per il compagno che cincischia e davanti a Fusco, in corsa, calcia a lato. In campo anche Strianese per Sorrentino, l’attaccante classe 2001’ si dimostra subito molto attivo ed il Gladiator alza il baricentro. All’84’ Troianiello batte una punizione morbida verso la porta e Sposito è costretto a smanacciare per sventare il pericolo. A cinque minuti dalla fine arriva l’occasione da tre punti: dal corner calciato in mezzo da Troianiello, Sall salta imperioso più in alto di tutti ma colpisce il palo, il difensore è reattivo a fiondarsi sulla ribattuta ma viene ostacolato da un difensore ed il Taranto spazza, proteste del Gladiator ma l’arbitro fa segno di continuare. Dopo 5 minuti di recupero la gara termina a reti bianche con un pareggio tutto sommato giusto per quel che si è visto in campo. Dopo uno scialbo primo tempo, nella ripresa i ragazzi di Santonastaso hanno creato di più sfiorando il vantaggio nel finale. Ora la trasferta insidiosa in casa della Nocerina, servirà un’altra buona prestazione per conquistare punti pesanti in chiave salvezza.

TABELLINO GLADIATOR – TARANTO 0-0

GLADIATOR: Fusco, Landolfo (89’Andreozzi), Di Finizio, Marzano, Maraucci, Sall, Sorrentino (76’ Strianese) , Capone, Del Sorbo, Di Paola (66’ Troianiello) , Ziello. A disposizione: De Lucia, Ioio, Grimaldi, D’Errico, Di Monte, Rekik. Allenatore:Clemente Santonastaso

TARANTO:Sposito, Pelliccia, Marino, Matute, Manzo Luigi, Ferrara,Guaita, (85’Serafino), Van Ranseebeck (62’Cuccurullo), Olcese (54’Genchi), Actis Goretta (82’ Avantaggiato) , Oggiano (74’Masi). A disposizione: Carriero, Allegrini, Petrucci, Giammaruco. Allenatore: Luigi Panarelli

ARBITRO: Carlo Rinaldi di Bassano del Grappo, assistenti: Lorenzo Concari di Parma e Alberto Amoroso di Piacenza.

NoteAmmoniti: Di Paola (G), Ferrara (T), Pelliccia (T)
Spettatori: 550
Recupero: 1’ min nel primo tempo e 5’ min nel secondo tempo