GLADIATOR INDENNE AL “CURLO”. Prezioso pari a Fasano per i neroazzurri



i tifosi al seguito della squadra allo stadio “Vito Curlo” di Fasano

FASANO – Continua il periodo positivo per il Gladiator che conquista un prezioso pareggio in casa del Fasano. Allo stadio “Vito Curlo” i neroazzurri dei presidenti Mattia Aveta e Giacomo De Felice pareggiano 0-0 contro i padroni di casa  ed ottengono il quarto risultato utile consecutivo. Buona la prestazione dei ragazzi di Clemente Santonastaso che si difendono con ordine e creano anche alcune occasioni per cercare la vittoria. Il pareggio proietta i sammaritani a quota 32 punti in classifica lontano dalla zona play-out che dista cinque punti.

PRE PARTITA – Clemente Santonastaso ripropone il modulo con cui ha vinto le ultime due partite e manda in campo un 4-3-3 riconfermando Fusco tra i pali, Andreozzi presidia la fascia destra mentre Di Finizio quella sinistra, Sall e Maraucci al centro della difesa. In mezzo al campo, complice gli infortuni di Prevete e Vitiello, ruolo da regista per il classe 2001’ Di Monte, al suo fianco Marzano e Di Pietro. In avanti Del Sorbo torna tra i titolari al centro dell’attacco e viene supportato da Strianese e da Di Paola. Risponde con un 4-4-2 il Fasano che si affida alla classe di Diaz e Cavaliere in avanti.



IL PRIMO TEMPO.  Di Monte dimostra subito di avere grande personalità e dopo appena quattro giri di lancette calcia dal limite ma la conclusione termina a lato. I padroni di casa si fanno vivi all’11’ in occasione del primo angolo del match. Cavaliere mette in mezzo per Cassano che come un falco si avventa sul pallone e calcia di prima intenzione non inquadrando lo specchio della porta. Dopo i minuti iniziali, si accende Antonio Di Paola che al 17’ riceve palla e si accentra sull’out di sinistra lasciando partire un tiro che Suma riesce a bloccare, primo squillo del fantasista neroazzurro. Pochi istanti dopo l’attaccante del Fasano, Diaz cerca la fortuna dalla distanza ma la sua conclusione esce fuori. Dopo una fase di stallo del match è ancora la compagine pugliese a rendersi pericolosa con lo stesso Diaz. Gomes Forbes si lancia sulla fascia destra e mette al centro per la punta che stacca di testa ma non inquadra lo specchio della porta. Il Fasano ha un leggero predominio territoriale ed il centravanti argentino sembra essere molto ispirato, al 35’ ci prova ancora dal limite mandando la palla oltre la traversa. Nel finale sale in cattedra il portiere del Gladiator Fusco, prima bloccando a terra la conclusione di Bernardini dal limite e poi, in pieno recupero, volando su un colpo di testa di Diaz che svetta dall’angolo. L’estremo difensore dei sammaritani con un colpo di reni nega la gioia del goal all’attaccante fasanese. Dopo 45’minuti equilibrati si va a riposo sullo 0-0.

IL SECONDO TEMPO. I neroazzurri entrano in campo più determinati e l’occasione arriva al 51’ quando Di Paola calcia indirizzando la sfera sul primo palo, Suma si oppone e la difesa locale spazza il pericolo. Passano appena due minuti e Del Sorbo sfiora il goal da cineteca: l’attaccante recupera palla a centrocampo e vedendo Suma fuori dai pali cerca di superarlo con un pallonetto che l’estremo difensore del Fasano respinge sulla linea di porta compiendo un miracolo, mani nei capelli per il centravanti che si è creato dal nulla una nitida chance. I padroni di casa rispondono colpo su colpo: al 54’ Cassano mette in mezzo per Diaz che effettua un tiro velenosissimo che Fusco smanaccia con un altro grande intervento, applausi a scena aperta per il portiere neroazzurro ancora protagonista. L’inesauribile Diaz si mette ancora in luce al 57’ quando raccoglie un cross di Cassano e sfiora il palo con un colpo di testa, brividi per la difesa neroazzurra. All’ora di gioco termina la partita di Di Monte che viene rimpiazzato da Capone.. Al 63’ è decisivo l’intervento di Sall che si oppone con il proprio corpo al tiro di Cavaliere a botta sicura. Sul versante opposto Di Paola pesca Marzano tra le linee, il centrocampista non ci pensa due volte e spara ma alto sopra il montante. A dieci minuti dalla fine il Fasano si divora una ghiottissima occasione con un’azione costruita dai due nuovi entrati: Prinari da punizione pesca Serri che sotto porta calcia la palla alta sopra la traversa sciupando una limpida occasione per portare in vantaggio i suoi. Il Gladiator si difende e si affida ai contropiedi per punire la retroguardia pugliese. Santonastaso lancia nella mischia anche Rekik che prende il posto di Di Paola all’84’. Nonostante i sei minuti di recupero, il risultato resta immutato e la sfida termina a reti bianche. Pareggio prezioso per il Gladiator che continua la sua fase di crescita passando indenne su un campo difficile. Con questo risultato i neroazzurri salgono all’ottavo posto a quota 32 e tengono lontano la zona play-out a quota 27. Sarà importante disputare una buona gara domenica prossima quando al “Piccirillo” arriverà il Taranto.

TABELLINO FASANO – GLADIATOR 0-0
FASANO: Suma, Cassano (85’De Vitis), Pedicone, Ganci, Panebianco, Gonzalez, Gomes Forbes (66’ Serri), Bernardini (77’ Schena), Diaz, Lanzone (85’ Cochis), Cavaliere (77’ Prinari). A disposizione: Mennella, Scardicchio, Titarelli, Notaristefano. Allenatore: Giuseppe Laterza

GLADIATOR: Fusco, Andreozzi (77’ Landolfo), Di Finizio, Di Monte (59’ Capone), Maraucci, Sall, Strianese, Marzano, Del Sorbo, Di Paola (82’ Rekik), Di Pietro. A disposizione: De Lucia, Ioio, Grimaldi, Ziello, Troianiello, Sorrentino. Allenatore: Clemente Santonastaso

ARBITRO: Gianluca Renzi di Pesaro – assistenti: Pierpaolo Carella di L’Aquila e Luca Chiavaroli di Pescara

NOTE – Ammoniti: Di Pietro (G), Andreozzi (G), Marzano (G), Santonastaso (G), Del Sorbo (G), Landolfo (G), De Vitis (F)
Recupero: 1’ min. nel primo tempo e 6’ min. nella ripresa; Angoli: 4-1; Fuorigioco: 1-1; Spettatori: 600