Errori e regali, il Volturno si arrende al Cosenza

Le gialloverdi in azione

Nuova sconfitta per il Volturno femminile che nella terza giornata di campionato si arrende 14-8 al Cosenza Nuoto. Un quarto giocato alla pari poi si è spenta la luce e per le ospiti è stato tutto più facile. Errori grossolani in difesa, approssimazione e poca lucidità in attacco, Daria Starace che ha dovuto fare pentole e coperchi sostituendosi spesso anche al portiere. Dopo il vantaggio di Fatone su rigore arriva subito il pari di Halocka in controfuga. Gran gol di Fatone dai sette metri mentre Citino pareggia dal centro. Un tiro di Starace da fuori finisce dentro con la complicità del portiere ma a tre secondi dalla prima sirena pari di Greco da posizione cinque. Il Volturno accusa il colpo e incassa tre gol in rapida successione all’inizio del secondo periodo. Doppia Zaffina e gol di Nisticò spingono i tre punti verso le cosentine che si prendono pochi rischi e ringraziano il Volturno per le tante palle regalate. Alessia Fatone riesce ad accorciare da sotto misura ma poi Cosenza allunga di nuovo con un tiro dalla distanza. Lljca sfrutta l’uomo in più e si va al cambio di campo sul 5-8. Le cose non migliorano nel terzo perché Citino in superiorità numerica e un cinque metri di Halocka di fatto chiudono il conto. Genzano in controfuga trova la gioia personale e nei secondi finali tutto fin troppo facile per Greco che appostata sul secondo palo batte Raimondo. Cittino non si ferma e continua a fare centro da oltre cinque metri. Superiorità numerica per il Volturno trasformata in gol da Llajca e nuovamente Greco che segna il dodicesimo gol per le calabresi. Doppietta di Citino e nell’ultimo minuto Fatone prima e Starace poi accorciano leggermente il gap fino al risultato conclusivo di 8-14. Un ko che fa male e che mette a nudo la fragilità di una squadra che riesce a dare il meglio di sé solo quando resta concentrata fino alla fine.