IL CUORE. De Rosa para-tutto per le Aquile: “Piccola rivincita con la Maddalonese. Mesi trascorsi per un momento di gloria”



Orazio De Rosa

CASERTA – Ha atteso cinque mesi per prendersi la rivincita della partita d’andata contro la Maddalonese. Il modo in cui aveva subito il secondo goal sulla punizione di Barletta lo deluse talmente tanto che tornò a testa china nello spogliatoio. Orazio De Rosa ha saputo riprendersi da quella partita e domenica al “Cappuccini” ha sfoggiato una grandissima prestazione. Se le Aquile sono riuscite nell’intento di tenere viva la partita e pareggiare in rimonta, gran merito è il suo, con alcuni riflessi impressionanti, come quelli che hanno negato il goal a Bruno Di Pietro in due circostanze ed anche a Giuseppe De Fenza. Portiere forte e ragazzo umile e sincero, l’ex Villa Literno ed Hermes Casagiove si mette sempre in discussione ed è sempre alla ricerca di partite di questo tipo per aiutare la sua squadra e, perché no, migliorare la sua autostima. Un amante del calcio a 360° che, sia da calciatore o preparatore dei portieri, non china la schiena e, se anche sbaglia in qualche occasione, non ha nulla da rimproverarsi. Perché ogni gesto che fa, gli esce dal cuore.

Ecco il suo post su facebook



“Era ottobre quando giocammo la partita d’andata, ricordo ancora il momento del ritorno nello spogliatoio con la testa china per il goal che avevo subito e per la sconfitta, mai mi ero sentito cosi sfiduciato. Per tutti questi mesi ho passato spesso momenti ad immaginare un piccolo momento di “gloria” come questo, di rivincita personale per dimostrare soprattutto a me stesso che io non ero quello scarto visto quella partita. Oggi (domenica ndr) posso dire che tutta quella sofferenza è servita, perchè è stato proprio da quelle cicatrici che ho tirato fuori dall’anima una partita cosi. Sempre scarso sono, ma anche uno scarto a volte può compiere opere straordinarie con volontà, motivazioni e determinazione. Il viaggio è ancora lungo e ancora tanta è la voglia di migliorarmi e di dimostrare, mai mollare!!!!!”