Albanova, la gioia di Coccellato: “Vittoria molto attesa, ora con l’Afragolese è enorme lo stimolo per affrontare la capolista”

Mister Francesco Coccellato

CASAL DI PRINCIPE – Tornano in un colpo solo vittoria e serenità nel pianeta Albanova, grazie alla vittoria per 2 reti a 0 contro la Nuova Napoli Nord.

PIEDI PER TERRA. Sicuramente la partita di oggi non era complicata per una squadra come l’Albanova, visto che l’avversario è il fanalino di coda del campionato di Eccellenza, ma è comunque cosa giusta godersi il ritorno alla vittoria a distanza di un mese, come afferma mister Coccellato: “Sulla carta era una partita semplicissima, ma questi sono match dalle mille difficoltà, e così è stato anche oggi: per i primi 45′ abbiamo avuto il pallino del gioco senza però concretizzare nulla, a fine primo tempo ho parlato con i ragazzi, che mi hanno risposto direttamente sul campo segnando la rete del vantaggio, e 10′ dopo il goal che ha chiuso la partita”.

ARBITRO POCO INDULGENTE. Non e’ tutto oro ciò che luccica: dietro la vittoria dell’Albanova ci sono tante ombre negative, su tutte le due espulsioni perpetrate ai danni di Capogrosso prima, e Longo poi: “La prima espulsione ci ha mandati un po’ in confusione, poiché è maturata a seguito di due ammonizioni molto generose, visto che gli interventi di Capogrosso erano duri tanto quanto quelli che subivamo, ma in quelle situazioni l’arbitro aveva lasciato più volte correre. Per quanto riguarda l’espulsione di Longo, viene da un mese e mezzo fuori per infortunio, il goal è stato per lui una liberazione ed ingenuamente ha tolto la maglia dimenticandosi che era già stato ammonito, anche in questo caso per un fallo che non era a mio parere da giallo.”

LA PRIMA DELLA CLASSE. Queste espulsioni avranno non poco peso nel prossimo match dell’Albanova, che ospita allo ‘Scalzone’ l’Afragolese: “In partite come queste l’allenatore dovrebbe stimolare i propri uomini, ma io credo di non doverlo fare perché se un mio calciatore non trova stimoli nell’affrontare la prima della classe, allora non ama questo sport. Massimo rispetto per la squadra avversaria, prima in classifica, fresca di vittoria in Coppa Italia e che viaggia sicuramente sulle ali dell’entusiasmo: prepareremo al meglio la nostra partita e sarà poi il campo a dare il verdetto finale”.