Per la Casertana deludente pari con il Bisceglie, Ginestra e Zito a muso duro: “I fischi non ci aiutano, il calcio è un’altra cosa”

Mister Ginestra (Giuseppe Scialla)

Umore non dei migliori nello spogliatoi rossoblù e in sala stampa si presentano Zito e Ginestra per commentare il deludente pareggio interno contro il Bisceglie. Particolarmente deciso l’esterno che parte subito all’attacco: “Continuo a sentire fischi, insulti ma abbiamo bisogno di altro. Questa Casertana ha molti giovani che devono essere rassicurati non contestati. Abbiamo provato il tutto per tutto giocando ad una sola porta. Di più che potevamo fare. Da questa situazione ne dobbiamo uscire tutti insieme e c’è bisogno del sostegno della gente. Alla fine io dico che il bicchiere è mezzo pieno perchè ci è mancato solo il gol”. Sottolinea questo aspetto anche Ginestra: “Quando giochi per novanta minuti ad una sola porta e non segni hai poco da rammaricarti. Ci abbiamo provato in ogni modo ma gli episodi non girano. Il calcio è anche questo però voglio dire una cosa: sento insulti al sottoscritto e non fa niente me li prendo. Ma poi guardo le facce bianche dei ragazzi che poi entrano in campo condizionati. C’è tanta tantissima negatività intorno a noi e non va bene. Questo non è calcio, il calcio è un’altra cosa. Aspettate prima il risultato finale e poi fischiate. Lo fanno tra primo e secondo tempo, addirittura applaudono l’arbitro che ammonisce i miei collaboratori. E’ poi ovvio che in 25 partite ci fischiano solo un rigore a favore”.