GLADIATOR, SPRAZZI DI LUCE. Nella calza un pari prezioso in casa del Team Altamura

ALTAMURA – Comincia con un pareggio esterno il 2020 del Gladiator. La compagine sammaritana allo stadio “Tonino D’Angelo” di Altamura non va oltre lo 0-0 contro i padroni di casa e rimanda ancora l’appuntamento con la vittoria. Positiva la prova offerta dai neroazzurri che hanno saputo difendersi bene cercando in ripartenza di far male all’avversario. Tante le occasioni capitate ad entrambe le compagini che però non sono riuscite a gonfiare la rete per conquistare l’intera posta in palio.

PRE PARTITA. Il nuovo anno porta novità di formazione in casa Gladiator. Per cercare di smuovere la classifica e tornare alla vittoria, il tecnico Borrelli effettua numerosi cambi e manda in campo un 3-4-2-1 con De Lucia in porta, difesa a tre formata da Ioio, Maraucci e Landolfo. Il centrocampo a quattro vede Rekik agire sulla sinistra, il nuovo acquisto Prevete in mezzo al campo affiancato da Di Pietro e sulla destra l’ altro nuovo arrivato, l’ex Giugliano Gianluca Capone. Odjè a sinistra e Troianiello a destra, agiscono alle spalle di Del Sorbo unica punta, panchina iniziale per Antonio Di Paola ed Aniello Vitiello. I padron id casa del tecnico Monticciolo invece scendono in campo con un 3-5-2.

IL PRIMO TEMPO. La gara è condizionata dal forte vento che si è abbattuto su Altamura sin dalle prime ore di stamane. Il primo pericolo lo creano i neroazzurri al 7’ Rekik ubriaca di finte il terzino destro e crossa al centro per la testa dell’ariete Del Sorbo che sfiora il palo e va vicinissimo al vantaggio. Il Gladiator parte forte e trova nell’esterno Rekik il suo uomo più pericoloso. Superato il quarto d’ora, il capitano dei sammaritani Andra Di Pietro scocca una conclusione fortissima che supera la traversa di pochissimo sfiorando l’eurogol, bravo il centrocampista che ha messo i brividi al portiere locale Guido. Alla metà del primo tempo si fa vivo il Team Altamura che rischia di portarsi avanti: Guadalupi crossa al centro per la corrente Siclari che al volo in spaccata colpisce la traversa, ghiottissima la chance per i pugliesi molto sfortunati. Poco prima della mezz’ora sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi, l’attivissimo Guadalupi conquista palla e calcia verso l’angolino, solo un riflesso felino di De Lucia toglie la palla dalla rete ed evita il peggio, grande risposta del pipelet neroazzurro che si è tuffato sulla destra respingendo il tiro con la mano di richiamo. L’incontro è giocato a viso aperto da entrambe le squadre e i ritmi sono piuttosto alti. Al 32’ pronta la risposta ospite, Prevete in contropiede lancia Odjè che serve al bacio Troianiello, l’ex Verona allarga di piatto la conclusione che esce a lato. In chiusura di tempo Guadalupi effettua un cross insidioso ma Croce arriva con un soffio di ritardo e la difesa sammaritana rinvia. La prima frazione si chiude a reti bianche.

IL SECONDO TEMPO. I pugliesi ad inizio ripresa premono molto ed in tre minuti calciano due volte con Croce e Guadalupi ma in entrambi i casi la mira è sbagliata. Al 52’ Siclari di testa spedisce alto, due minuti dopo De Lucia alza in angolo un tiro pericoloso di Santangelo. Al 56’ il Gladiator si affaccia in avanti: Di pietro trova Odjè che in girata cerca la porta ma Pollidori mura. La prima mossa di Borrelli è Di Finizio che all’ora di gioco sostituisce il quasi mai pericoloso Troianiello. La sfida resta equilibrata e rispetto alla prima frazione i ritmi sono molto blandi. Al 69’ De Lucia salva ancora il Gladiator. Croce riceve palla ed esplode un bolide a giro, l’estremo difensore come un gatto vola all’incrocio dei pali e con un colpo di reni devia in angolo, intervento da applausi che nega la gioia del goal ai padroni di casa. I neroazzurri con il vento a sfavore si difendono cercando di concedere pochissimi spazi e appena possono ripartono in contropiede. Al minuto 83’ Antonio Di Paola entra in campo per cercare una scintilla finale e prende il posto di Rekik. A tre minuti dalla fine i neroazzurri sprecano ancora una buona opportunità per passare: sugli sviluppi un corner, Capone mette al centro per Pantano che in girata sfiora il goal e la palla esce di un soffio. Il direttore di gara concede sei minuti di recupero e al 96’ l’ultimo brivido, Croce segna e supera De Lucia ma la rete viene annullata per fuorigioco. Finisce a reti bianche una sfida che permette al Gladiator di tornare a muovere la classifica che momentaneamente lo vede dodicesimo a quota 20 fuori dalla zona play-out che dista però solo di una lunghezza.

TABELLINO TEAM ALTAMURA – GLADIATOR 0-0

TEAM ALTAMURA: Guido, Romanelli (79’ Salatino), Sisalli, Lucchese (91’ Cela), Pollidori, Russo, Santangelo (91’ Scarimbolo), D’Agostino (53’Fontana), Croce, Guadalupi, Siclari. A disposizione: Cassalia, Gambuzza, Dammacco, Hysaj, Errico. Allenatore: Alessandro Monticciolo

GLADIATOR: De Lucia, Capone, Ioio, Prevete, Landolfo, Maraucci, Troianiello (60’ Di Finizio), Di Pietro (74’ Vitiello), Del Sorbo, Odjè (80’ Pantano), Rekik (83’ Di Paola). A disposizione: Cappuccio, Marzano, Di Monte, Andreozzi, Sorrentino. Allenatore: Pasquale Borrelli

ARBITRO: Marco Peletti di Crema (assistenti: Stefano Vito Martinelli di Potenza e Leandro Claps di Potenza)

NOTE – Recupero: nulla nel primo tempo, e 7’ minuti nel secondo tempo.

Spettatori: 400 di cui 40 da Santa Maria Capua Vetere.
Angoli: 5-4; fuorigioco: 2-3