MADDALONESE, BRINDISI PER IL CENTENARIO. Ritorno al successo contro il Campania Felix



Maurizio Verdicchio e Di Pietro

MADDALONI – Una vittoria sotto l’albero per la Maddalonese che in un sol colpo ritrova i tre punti, il bel gioco e una manovra sicuramente più corale e convincente. Manca ancora la cattiveria sotto porta (incalcolabile il numero di occasioni fallite) ma ci sono ampie prospettive di miglioramento per il futuro. La Maddalonese vince e convince contro il Campania Felix e chiude il girone d’andata confermando un secondo posto mai seriamente messo in discussione in questa prima parte di campionato. Nello scacchiere iniziale si parte con Diana titolare dopo la bella prestazione di Teano e con i nuovi acquisti che hanno messo una firma pesante su questo successo. Laezza è già in sintonia con De Fenza facendo crescere la qualità in difesa. Della Ventura, con la sua esperienza, è un autentico faro a centrocampo, mentre Liccardi sfodera una prestazione super per novanta minuti. All’attaccante è mancato solo il gol ma, si è spesso trasformato in uomo assist per i compagni di squadra. Citazione meritata anche per un altro “under”, Nicola Farina, autore di una gara sicura e senza sbavature. Tatticismi rivoluzionati dopo appena 14 minuti con Barletta costretto ad uscire per un fastidioso infortunio. Campania Felix ottimamente schierato da mister Pezzella con tanti giovani di spessore ma che ha badato principalmente a limitare i danni. La compagine biancoazzurra ha comunque tutte le carte in regola per conquistare una onorevole salvezza. Per la Maddalonese una vendemmia di occasioni. Si inizia al 22’ con la bella triangolazione Diana-Liccardi-Foresta. Sui piedi dell’“under” la palla del vantaggio ma, Marigliano è bravissimo a chiudere lo specchio con una prodigiosa respinta. Al 26’ Liccardi serve Di Pietro che si presenta da solo davanti al portiere ma un secondo prima della conclusione viene fermato in calcio d’angolo della difesa del Campania Felix. Al 41’ il meritato vantaggio ancora costruito sull’assist LiccardiDi Pietro. Stavolta Bruno gonfia la rete con un preciso rasoterra. È il gol della liberazione dopo il brutto infortunio patito a novembre. Il secondo tempo si apre con una doppia occasione clamorosa per la Maddalonese: al 48’ e al 53’ Di Pietro si presenta smarcato in area ma i suoi diagonali fanno, in entrambi i casi, la barba al palo. Il Campania Felix si fa vedere al 50’ con Mazza che taglia una punizione velenosa che sulla quale si avventa Orefice che con il piattone manda di poco alto sulla traversa. I granata non riescono a chiudere una partita dove il dominio diventa sempre più assoluto e con la girandola dei cambi, gli avversari prendono fiducia. Nel finale ancora palle-gol a grappoli: al 79’ stacco imperioso di Verdicchio su cross di De Fenza e palla che sfiora l’incrocio. All’81 Foresta mette la freccia, salta il suo marcatore e si presenta in area ma, le sue conclusioni sono respinte per ben due volte dal portiere. Al 91’ Liccardi sfiora con un esterno di rapina il primo gol in maglia granata.

UFFICIO STAMPA MADDALONESE