Troppo Bari per la Casertana, Ginestra: “Loro superiori in tutto, di più non potevamo fare”. Silva: “Salvezza alla portata ma possiamo fare di più”

Mister Ginestra (Foto Giuseppe Scialla)

La Casertana chiude il girone di andata con un pesante ko interno. Il Bari passa 3-0 al Pinto dominando la ripresa. Una sconfitta, la seconda consecutiva in casa, che ha palesato alcuni limiti e le assenze della compagine rossoblù. “Quando perdi contro avversari del genere – ha esordito – non c’è nulla da commentare. Sono stati superiori in ogni reparto. Anche se nel primo tempo non mi è affatto dispiaciuta la prova dei miei ragazzi. Ordinati, veloci, attenti. Dopo il loro vantaggio l’incontro è totalmente cambiato e si sono presi i tre punti con merito”. L’allenatore parla anche del girone di andata: “Abbiamo rimpianti per alcuni punti persi sul campo. Ma ad esempio, quando affronti avversari del genere non puoi rimproverarti nulla. Anche perchè serve giocare al 200% e andare a 2000 all’ora e non lo abbiamo fatto. Il traguardo salvezza non è impossibile, siamo a 25 punti e ne servono altri 15 per l’obiettivo stagionale”. Jacopo Silva si è invece concentrato sul girone di andata: “Nulla da dire per questa sconfitta, il Bari ha dimostrato la propria superiorità e quando commetti un errore squadre del genere ti puniscono. I 25 punti del girone di andata? Non pochi ma possiamo fare di più. Ne mancano altri 15 e dovremo fare maggiore attenzione già da domenica quando ospiteremo il Potenza. La salvezza è comunque un traguardo ampiamente alla nostra portata”.