PARI PER IL GLADIATOR. Il Nardò acciuffa i neroazzurri nel finale

NARDO’ – Tanta amarezza per il Gladiator impegnato nella trasferta di Nardò. I neroazzurri dei presidenti Mattia Aveta e Giacomo De felice pareggiano 1-1 contro i padroni di casa allo stadio “Giovanni Paolo II” e rimandano l’appuntamento con la vittoria. Non è bastato ai sammaritani il vantaggio ottenuto ad inizio ripresa per battere l’ultima in classifica, arcigna quanto basta la squadra pugliese capace di pervenire al pareggio a dieci minuti dalla fine.

PRE PARTITA – Per riscattare la sconfitta interna contro il Brindisi, Pasquale Borrelli decide di attuare alcune modifiche all’undici titolare e manda in campo un 4-3-3. In difesa torna dal primo minuto Sall al posto di Ioio, al fianco di Maraucci con Landolfo e Di Finizio sulle fasce. Vitiello è squalificato, in mezzo al campo ci sono Ziello, Di Pietro e Marzano, in avanti Di Paola e Odjè ai lati di Del Sorbo. Panchina iniziale per i nuovi arrivati, Prevete e Sorrentino. Il Nardò si schiera invece con un 3-5-2 con Calemme e Manfrellotti in avanti.

IL PRIMO TEMPO. I padroni di casa sono subito propositivi al quarto con un calcio di punizione battuto da Calemme che si infrange però sulla barriera neroazzurra. La parte iniziale della gara è caratterizzata da un forte equilibrio ed entrambe le squadre giocano il pallone al centro del campo. Al 21’ il primo affondo neroazzurro: Marzano crossa al centro per Del Sorbo che colpisce di testa senza però imprimere forza al pallone e Mirarco blocca facilmente. Al 24’ Zagari si sporca i guantoni per la prima volta ed è bravissimo a negare il goal e ad opporsi in angolo al fendente scoccato da Cancelli autore di una grande conclusione. Gli spazi sono davvero pochi e i ventidue in campo sono molto ordinati, il terreno di gioco non è in perfette condizioni e non è facile costruire trame offensive. Per provare un piccolo brivido bisogna attendere il 39’ quando Di Finizio crossa al centro per Odjè che stacca di testa ma spedisce il pallone fuori. Gli ospiti cercano di rendere il finale più emozionante e ci provano ancora al 43’ con Marzano ma il suo tiro dal limite trova pronto Mirarco che controlla. Nel primo dei tre minuti di recupero Di Paola crossa al centro per Maraucci che in sforbiciata prova l’eurogol, ottima l’intenzione ma meno la mira, la palla va alta sopra la traversa, il primo tempo termina a reti bianche.

IL SECONDO TEMPO. Il Gladiator ha bisogno di vincere per riscattare un periodo negativo ed i ragazzi di Borrelli entrano in campo con un piglio decisamente diverso. Alla prima vera occasione della ripresa, i neroazzurri la sbloccano. Al 50’ Di Pietro riceve palla ed effettua un lancio lungo a scavalcare la difesa pugliese, Di Paola aggancia e serve all’indietro Antonio Del Sorbo che non ci pensa due volte e calcia, la conclusione violenta passa attraverso una schiera di gambe e si infila alle spalle di Mirarco che non può far altro che raccogliere la palla in rete. Ottavo sigillo per l’ariete neroazzurro che si dimostra determinante in ogni occasione. Tre minuti dopo arriva la reazione dei padroni di casa, è ancora Calemme con una punizione ad impensierire Zagari, Mengoli devia il cross ma il portiere blocca senza problemi. Il Nardò non riesce a creare grossi pericoli dalle parti di Zagari e il Gladiator si difende con ordine. Al 68’ Borrelli effettua la prima sostituzione ed uno stanco Di Paola lascia il campo per Ioio. Tre minuti dopo il Gladiator ha la chance per raddoppiare, cross dalla destra per Del Sorbo che controlla e poi conclude però sull’esterno della rete, sciupando una nitida opportunità per i sammaritani. Gli ospiti cercano il raddoppio per chiudere i conti, Odjè porta palla e poi serve Marzano, quest’ultimo cerca di emulare il goal al Grumentum e calcia dal limite ma questa volta la mira è imprecisa. I pugliesi cercano alla disperata di rendersi pericolosi, al 79’ Calemme vede libero il neo entrato Camara, l’attaccante sta per calciare in porta ma sul più bello interviene Sall che con un intervento sontuoso salva i suoi e mura il tiro in scivolata. All’ 81’ la doccia fredda per i neroazzurri: Trinchera conquista la sfera e fa partire una conclusione perfetta che dai venticinque metri beffa Zagari, gran goal per il pareggio del Nardò che rientra in partita con un gesto tecnico di elevata caratura. Il nuovo acquisto Prevete viene mandato in campo all’82’ al posto di Di Pietro nel tentativo di trovare un guizzo vincente nel finale. Non bastano i sei minuti di recupero per aiutare il Gladiator ad ottenere una preziosa vittoria in chiave classifica. Il match finisce 1-1 ed i neroazzurri devono ancora rimandare l’appuntamento con la vittoria che manca da due turni. In classifica ora la squadra di Borrelli è sempre decima ma a quota 19 punti con sole due lunghezze di vantaggio sulla zona play-out.

TABELLINO A.C. NARDO’ – GLADIATOR 1-1

A.C. NARDO’: Mirarco, Frisenda (70’ Spagnolo), Centonze (77’ Avantagiato), Danucci (61’Camara), Trinchera, Pantano Giordano, Natalucci, Mengoli (86’ Montaperto), Manfrellott (88’ Stranieri), Calemme, Cancelli Crocefisso. A disposizione: Montagnolo, Vecchio, Valzano, Iannucci. Allenatore: Antonio Foglia Manzillo

GLADIATOR: Zagari, Landolfo, Di Finizio, Di Pietro (82’ Prevete), Sall, Maraucci, Di Paola (68’ Ioio), Ziello, Del Sorbo, Odjè, Marzano. A disposizione: De Lucia, Rekik, Di Monte, Saccavino, Andreozzi, Troianiello, Sorrentino. Allenatore: Pasquale Borrelli

ARBITRO: Sebastian Petrov, assistenti: Mirko Gizzi e Niroy Emilio Gookidoluk
RETI: 50’ Del Sorbo (G); 81’ Trinchera (N)
NOTE – Ammoniti: Maraucci, Di Pietro, Ziello, Del Sorbo (G), Mirarco (N)
Spettatori: 600 Angoli 3-1
Recupero: 3 Minuti nel primo tempo e 6 nel secondo tempo