Casertana a Catania per tentare l’impresa, Ginestra: “Hanno una rosa che non c’entra con la C. Noi in campo sempre con lo stesso atteggiamento”

Mister Ginestra (Foto Giuseppe Scialla)

Sarà ancora una Casertana non al completo quella che domani affronterà il Catania. Out Rainone, Castaldo e Lezzi. Ritornano invece Zito completamente guarito e Laaribi dopo la squalifica. Mister Ginestra non dà indizi sull’undici di partenza e si concentra sull’avversario. “Non giocheremo in clima di calcio perchè non siamo abituati a giocare senza spettatori. E’ una sconfitta del calcio ma dobbiamo attenerci a quello che hanno deciso. Affronteremo una squadra forte con giocatori di qualità e molto agguerriti. Sappiamo che sarà difficile ma ce la giocheremo sempre con la stessa intensità, con la stessa voglia di vincere sperando magari di poter gioire per la prima volta fuori casa. Giocare senza spettatori può essere un’arma a doppio taglio per loro perchè a volte il tifo ti può caricare sia con l’incitamento sia con i fischi. La formazione? Deciderò domani mattina ma avendo due in più avremo maggiori scelte. L’abbiamo preparata su più aspetti tattici perchè possono fare sia il 3-5-2 che 4-3-3, ma mi interessa il nostro atteggiamento. Dovremo avere l’entusiasmo di Avellino e sarà importante l’approccio fin dai primi istanti”. Il Catania non attraversa certo un momento felice essendo molto distante dai primi posti della classifica: “Vorranno tirarsi fuori da questo periodo negativo ma hanno una rosa che non c’entra niente in questa categoria. Giocatori di qualità anche se le molte assenze hanno condizionato questo inizio di stagione. Lucarelli dice di salvare il salvabile ma hanno ancora quattro partite alla fine del girone di andata e possono recuperare il tempo perduto. Ma io mi preoccupo dei miei e non dovremo assolutamente farli giocare perchè palla a terra sono davvero pericolosi”.