Per la Maddalonese inizia un tour de force: sette gare in venti giorni!

Una formazione della Maddalonese

Con una settimana di ritardo sulla tabella di marcia, la Maddalonese si appresta ad aprire il suo intenso ed importante mese di novembre. Un mese dal calendario fittissimo e dagli impegni ravvicinati che arrivano in un momento clou dell’attività agonistica, quello che porterà a tracciare un primo bilancio della stagione. La gara sospesa domenica scorsa con la Boys Caivanese (1-0 al 45’ con i granata in dieci uomini), ha complicato non poco i piani di Pingue e compagni. I numeri, adesso, sono tremendi: sette gare in poco più di venti giorni tra campionato, Coppa Campania e il “mezzo tempo” da recuperare al “Cappuccini”. Ritmi da Serie A, un autentico tour de force da affrontare senza bomber Bruno Di Pietro (brutto stiramento per l’attaccante con oltre due mesi di stop previsti) e l’assenza di Peppe De Fenza appiedato dal giudice sportivo per un turno. Anche per Ndiyae le condizioni non sono al top ma, si farà di tutto per accelerare il recupero di un elemento fondamentale nello scacchiere granata. Si tratta, senza ombra di dubbio, del primo importante esame di maturità per la compagine cara al presidente Maurizio Verdicchio che non nasconde ambizioni e velleità di ben figurare su tutti i fronti. Ad aprire il ciclo ci penserà l’autentica matricola terribile del girone A di Promozione. Sabato pomeriggio (fischio d’inizio alle 14.30 all’ “Ocone” di Ponte, arbitra Mazzeo di Ariano Irpino) trasferta contro il Puglianello, la neopromossa che sta sorprendendo tutti e che staziona attualmente al quinto posto con i suoi 16 punti. Un risultato che proietta, al momento, i sanniti in piena zona playoff grazie ad uno score di quattro vittorie ed altrettanti pareggi al fronte di una sola sconfitta rimediata in nove giornate. I giallorossi subiscono pochissimo tra le mura amiche (solo due reti al passivo) ed arrivano da un trend positivo di cinque risultati utili nelle ultime giornate con tre vittorie e due pari compresa la “remuntada” subita sette giorni fa dal Casalnuovo (da 0-2 a 2-2). Un avversario ostico, di buona tenuta fisica e con tanta esperienza in campo. Una formazione molto ben preparata, con Gambardella e Ruggiero già a quota quattro reti ciascuno, che dopo la cavalcata vincente in Prima Categoria dello scorso campionato, non sta al momento pagando il classico dazio della debuttante. “Il responso dell’infortunio capitato a Di Pietro – esordisce mister Portoneha sicuramento portato tanto rammarico per la consapevolezza di dover fare a meno di una pedina importante per molto tempo. Fortunatamente posso contare su un gruppo di calciatori straordinari che sapranno dare il massimo quando saranno chiamati in causa. Mi rammarica molto, invece, l’assenza di De Fenza. Ci mancherà la sua esperienza e la sua personalità. Un’espulsione molto discutibile, quella subita domenica, che ci priva di una pedina importante proprio all’inizio di questo ciclo terribile. Contro il Puglianello ci aspetta una  partita tosta e con tantissime insidie. Innanzitutto, affrontiamo una formazione che viaggia sulle ali dell’entusiasmo, con tanta voglia di ben figurare contro una squadra di vertice come la nostra. Vogliamo, però, aprire questo mese difficilissimo nel migliore dei modi ed andremo a Ponte per conquistare i tre punti”. Oltre al valore delle due squadre, la gara porterà anche una dote di romanticismo con ben quattro “ex” in maglia granata, tra cui lo stesso Ciccio Portone che nel Sannio ha lasciato, da calciatore, tanti bei ricordi: “Un ambiente stupendo quello di Puglianello, una piazza dove si può lavorare in tranquillità e dove è possibile raggiungere anche obiettivi importanti. Ho vestito la maglia giallorossa per una stagione, vincendo un campionato di Prima Categoria nel 2017 con 17 reti realizzate. Un’esperienza bellissima vissuta con attuali calciatori della Maddalonese come Verdicchio, Cerreto, Ferraro e Ndiyae. Ovviamente sabato pomeriggio i ricordi verranno messi da parte e penseremo solo alla vittoria da conquistare. Il mercato di riparazione? Personalmente – conclude l’allenatore dei granata – sono concentrato sul calendario che ci attende ma, posso assicurare che se la società riterrà opportuno intervenire nella sessione invernale sarà solo per rinforzare l’attuale rosa”. Capitolo Coppa Campania: la doppia sfida valida per gli ottavi di finale contro l’Acerrana, vedrà il primo atto disputarsi mercoledì 13 novembre a Maddaloni con inizio alle ore 14.30. Ritorno in trasferta il 27. Ufficiale anche il recupero del secondo tempo con la Boys Caivanese fissato per il 20 novembre (sempre con inizio alle 14.30).