Alla giostra del gol vince il Teramo ma la Casertana esce tra gli applausi

Un momento della gara (foto Giuseppe Scialla)

TERAMO. Una partita vivace, effervescente, “pazza”, ricca di gol. La vince il Teramo ma la Casertana ha tenuto “botta” ogni volta in cui è andata sotto, non si è mai arresa. Peccato per alcuni errori difensivi, ma i falchetti escono dal “Bonolis” a testa  alta e tra gli applausi.

LE SCELTE. Si gioca la terza partita in sette giorni ed allora Bruno Tedino si affida al turn over. Rispetto alla gara di mercoledì scorso si accomodano in panchina Iotti, Florio, Simone Santoro, Arrigoni, Cianci e Martignago per far spazio a Cancellotti, Viero, Ilari, Mungo e Magnaghi. Infortunato Di Matteo. Ginestra, invece, conferma l’undici che quattro giorni fa ha sconfitto il Monopoli per 2 a 1. Assenti Rainone, Castaldo, D’Angelo e Floro Flores.

PRIMO TEMPO. Al 5’ percussione in area di Laaribi che arriva vicinissimo al portiere ma da posizione impossibile non riesce a concludere. Al 7’ replica il Teramo. Tentardini spalle alla porta appoggia per Ilari il cui sinistro termina alto sulla traversa. Al 13’ il Teramo passa in vantaggio. Lungo lancio di Bombagi per Mungo che sembra perdere l’attimo per calciare di sinistro, poi riesce a toccare di esterno destro, infilando il pallone nell’angolo più lontano. Al 19’ Zito calcia alto una punizione dai 25 metri. Al 22’ Paparusso, di testa, sfrutta male un bel cross di Laaribi. Al 26’ errore di Longo, ripartenza veloce per Mungo che appena entrato in area mette palla all’indietro dove arriva Costa Ferreira che da fuori area calcia con grande precisione alla destra di Crispino. Al 31’ Casertana pericolosa. Cross di Laaribi e Paparusso, di testa, manda di poco a lato. Al 34’ applausi per Cavallini che al volo impegna severamente Tomei. Un minuto dopo è Starita a concludere non lontano dal palo alla destra di Tomei. La partita è vivace e veloce. Si rivede il Teramo al 38’ con un colpo di testa di Magnaghi, alto. Egoista il numero 9 al 41’. Aveva Ilari libero, in area, alla sua sinistra, invece ha preferito calciare a rete non centrando lo specchio della porta. Al 45’ la Casertana accorcia le distanze con Zito (alla seconda realizzazione) su calcio piazzato. Non immune da colpe il portiere Tomei.

SECONDO TEMPO. Si ricomincia con gli stessi ventidue. Ginestra opta per il primo cambio dopo cinque minuti. Fuori Clemente e dentro Adamo. L’intenzione è quella di spingere di più sulla fascia. Longo arretra sulla linea difensiva. Al 9’ il Teramo segna il terzo gol. Va via sulla sinistra Tentardini, Cross preciso a centro area, Bombagi salta più in alto di Paparusso e di testa mette il pallone alle spalle di Crispino. Dopo due minuti la Casertana accorcia nuovamente le distanze. Angolo di Zito, lungo, sul secondo palo c’è Paparusso, lasciato solo, che di testa infila il portiere. La Casertana guadagna metri. Bombagi al 14’ su punzione chiama ad una difficile respinta Crispino, sulla palla si avventa Mungo ma il numero uno rossoblu gli chiude lo specchio della porta. Al 20’ schema ripetuto della Casertana. Angolo di Zito per la testa di Paparusso, Tomei è attento e blocca. Alla mezz’ora ci prova Cavallini da fuori. Centrale. Al 32’ arriva la seconda rete di Mungo. Va via sulla destra il numero 11 biancorosso, salta Silva, gli va incontro Crispino ed è costretto a portarsi sulla linea di fondo e con il sinistra calcia a rete. Crispino scivola e non riesce a difendere la porta. Siamo sul 4 a 2. Un minuto dopo Zito serve un assist in area per Starita che incrocia sul palo più lontano. Casertana in gol. Non vuole assolutamente perdere. Partita “pazza”. Incredibile. A sette dal termine triplo cambio per la Casertana. Fuori Laaribi, Paparusso e Cavallini e dentro Varesanovic, Zivkov e Origlia. Arrembaggio della Casertana alla ricerca del pareggio. Al 90’ Caldore ha rischiato un autogol, blocca a terra Crispino. Al 93’ Adamo arriva con un attimo di ritardo all’appuntamento con gol, dopo un cross tagliato di Zivkov.

TABELLINO TERAMO – CASERTANA 4-3

TERAMO: Tomei; Cancellotti Cristini Piacentini Tentardini; Viero (dal 29’ st Arrigoni); Bombagi Costa Ferreira (dal 20’ st Iotti) Ilari Mungo (dal 40’ st Si. Santoro); Magnaghi (dal 40’ st Martignago). A disp.: Valentini, Lewandowski, Florio, Minelli, Lasik, Cianci, Birligea. All.: B. Tedino.

CASERTANA: Crispino; Clemente (dal 5’ st Adamo) Silva Caldore; Longo Laaribi (dal 38’ st Varesanovic) Lezzi (dal 15’ st Santoro) Zito Paparusso (dal 38’ st Zivkov); Cavallini (dal 38’ st Origlia) Starita. A disp.: Zivkovic, Galluzzo, Gonzalez, Ciriello, Matese. All.: C. Ginestra.

ARBITRO: Luca Angelucci di Foligno.

MARCATORI: Mungo al 13’ pt, Costa Ferreira al 26’ pt, Zito al 45’ pt, Bombagi al 9’ st, Paparusso all 11’ st, Mungo al 32’ st, Starita al 33’ st

NOTE: ammoniti Ilari (31’ pt), Zito (33’ pt), Lezzi (13’ st), Tomei (18’ st), Viero (27’ st), Mungo (28’ st); angoli 5-0 Casertana; rec.: 0’ pt-5’ st