La rabbia di Ginestra: “Troppi errori, non è stata la solita Casertana. L’arbitro? Non parlo altrimenti diventa un casino…”

Mister Ginestra (Foto Giuseppe Scialla)

La Casertana da Vibo Valentia con la seconda sconfitta stagionale. Per certi versi immeritata in termini di punteggio e anche per le occasioni gol create. Ma si sa che nel calcio se sbagli rischi di pagare a caro prezzo e così è stato. Lo sottolinea anche mister Ginestra in sala stampa: “Siamo rimasti in partita fino alla fine anche se abbiamo fatto meglio in dieci. A uomini pari abbiamo avuto due grandi palle gol che non sono state sfruttate. Sono però stati commessi tanti errori rispetto ad altre partite e per quel rigore concesso sono molto perplesso. Non parlo degli arbitri perché se lo faccio poi diventa un casino. A Bisceglie due gol annullati, oggi rigore che non c’è ed espulsione. Lascio la parola al campo però lo devo dire e bisogna sottolinearlo perché è la seconda volta che mi fanno giocare in dieci. Nonostante tutto abbiamo reagito creando qualcosa di interessante ma non c’è stata la giusta cattiveria. Il gol di Bubas è demerito nostro perché eravamo in possesso di palla regalandogliela”. Poi è arrivato Iacopo Silva che ha commentato così: “Due gol in ripartenza e dispiace perchè eravamo in possesso di palla. Conoscevamo i loro punti di forza e li abbiamo provati purtroppo sulla nostra pelle. Nella ripresa siamo partiti bene, ma quel terzo gol ci ha tagliato le gambe. Questa sconfitta però ci fa capire che abbiamo un’identità precisa cioè andare a mille all’ora e se non facciamo questo diventa più difficile”.