La Maddalonese inciampa al “Cappuccini”, un lampo nel finale regala i tre punti al Montesarchio

La Maddalonese

Un lampo in contropiede a dieci minuti dal termine gela un Cappuccini strapieno e vestito a festa, costringendo Barletta e compagni a raccogliere la prima immeritata amarezza stagione. Il Montesarchio conquista l’intera posta in palio nonostante qualche assenza pesante per infortunio e un secondo tempo giocato quasi per intero con un uomo in meno. La squadra di Lombardo è stata brava a non sciogliersi sotto il sole rovente di Maddaloni e a pungere letalmente i granata proprio nel momento dell’assalto finale. Una gara contratta, condizionata dal caldo torrido e da un tatticismo che non ha certo deliziato i palati. A vincere è stata la meravigliosa cornice di pubblico che ha risposto presente e curiosa alla “prima” casalinga della Maddalonese. Purtroppo, il primo tempo lascia il taccuino quasi in bianco. Solo al 43’ la prima timida comparsa nello specchio della porta grazie al Montesarchio che con Ferraro tenta di sorprendere la retroguardia granata: Cerreto blocca senza problemi il tiro dai 25 metri. La ripresa si apre con il rosso diretto a Cillo che, da ultimo uomo, stende Di Pietro involatosi con il suo classico scatto verso la porta di De Vanno. Sulla seguente punizione, Barletta manda di poco alta la palla sulla traversa. Al 50’ l’occasione più clamorosa dell’intera partita è sprecata da Parente che, tradito da un rimpallo beffardo, manda alta la palla con la porta vuota. Dopo cinque minuti, è ancora Ferraro a mettere paura alla Maddalonese: abile nell’approfittare di un errore di De Fenza, non riesce in seguito a rendersi pericoloso in zona gol. Inizia la girandola dei cambi con il Montesarchio che cerca di sopperire alle assenze e la Maddalonese che prova a mettere benzina nel motore. All’80 l’episodio che decide l’incontro: il Montesarchio parte in velocità con nel più beffardo dei contropiedi (nato da un’azione d’attacco della Maddalonese) che Boscaino finalizza con la sua classica freddezza totalmente smarcato in area. La rete taglia le gambe ai ragazzi di mister Portone che ben altro epilogo avevano immaginato per l’esordio casalingo. Il forcing finale non produce pericolo rilevanti per la porta dei sanniti che tornano a casa con tre punti pesantissimi. Per la Maddalonese l’occasione di cancellare subito una giornata sfortunata con i prossimi due impegni: il ritorno di Coppa Italia previsto per mercoledì al “Cappuccini” con il Vitualazio (si parte dall’1-0 per i granata) e sabato prossimo la non proibitiva trasferta di San Martino Valle Caudina per la terza di campionato.