Per il Gladiator un pari con rimpianti, Borrelli: “Meritavamo di più, deluso dall’arbitraggio”. Favarin: “Buon punto su un campo difficile”

Giancarlo Favarin

 

Pari con qualche rimpianto per il Gladiator che contro la Fidelis Andria avrebbe potuto portare a casa un risultato diverso. Qualche occasione sprecata di troppo per i nerazzurri che comunque sono riusciti a tenere a bada un avversario tosto come i biancazzurri pugliesi. Mister Favarin in sala stampa si accontenta del punto: “Per noi era fondamentale fare risultato dopo un esordio non certo brillante. Faceva molto caldo e non era facile contro questo Gladiator. Un pari giusto anche se abbiamo provato a vincerla. Torniamo a casa con un risultato positivo, farlo a mani vuote sarebbe stato beffardo. Il Gladiator? Una squadra ben messa in campo e non sarà facile per nessuno vincere qui”.

Mister Borrelli

Poi è arrivato mister Borrelli che si complimenti con il gruppo e poi affonda il colpo: “Abbiamo disputato una grande gara. Sono contento per come i ragazzi hanno interpretato l’incontro nonostante un arbitraggio non all’altezza della partita. Posso capire che ci sono club più blasonati che devono vincere ma noi siamo il Gladiator e meritiamo rispetto. Non solo nel secondo ma soprattutto nel primo quando Di Paola è stato atterrato. I miei per l’impegno e il gioco espresso meritavano di più”. Difronte c’era una Fidelis composta da grandi calciatori ma la difesa ha retto bene: “Verissimo – conferma Borrelli – abbiamo chiuso la profondità evitando che i loro attaccanti si rendessero pericolosi. Ripeto c’è rammarico perché potevamo vincere. Starà a noi renderci conto della complessità di questo campionato e guardare avanti con grande serenità perché oggi abbiamo davvero dimostrato di potercela giocare con chiunque”.