Gladiator a Bitonto senza paura e Pesce vuole sfatare un tabù: “Campo difficile ma ce la giochiamo. Che shock tre anni fa”

Nicolas Pesce

Gladiator impegnato oggi a Bitonto nella seconda giornata di campionato. Partita che evoca brutti ricordi al centrocampista Nicolas Pesce che racconta: «Fu una domenica nera  – dichiara al Mattino – sia per me che per la squadra. Un infortunio tremendo e mi dispiacque tanto lasciare il campo non potendo dare una mano ai compagni. Per fortuna me lo sono lasciato alle spalle e adesso andrò a Bitonto sperando di riprendermi quanto mi tolse la sorte». Come detto trasferta molto delicata in uno stadio che potrà contare almeno mille persone. Ci saranno come di consueto anche i sostenitori campani (previsti una cinquantina) in uno stadio che sarà complicato espugnare per molti. Giocatori come Marsili, Patierno, Lattanzio con esperienza in categoria ma anche in C, sono solo alcuni dei nomi della rosa di bitontina. «Parliamo di una squadra davvero organizzata in ogni reparto – continua Pesce – potendo contare su atleti formidabili. Uno su tutti dico Patierno con cui ho giocato e secondo me è tra gli attaccanti più forti della serie D. Noi però puntiamo sull’imprevedibilità, sull’entusiasmo, sulla voglia di giocarcela contro chiunque. E’ un campionato difficile per ogni squadra, anche quelle che sembrano inferiori sulla carta possono creare problemi. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando bene, ora dobbiamo mettere in pratica tutti gli insegnamenti del mister. Noi crediamo nel lavoro quotidiano e nelle nostre potenzialità. Poi con l’incitamento dei nostri tifosi proveremo a portare a casa punti preziosi».