GLADIATOR, PARTE IL CONTO ALLA ROVESCIA. Oggi è il giorno che toglie ogni dubbio per la Serie D

Esultanza del Gladiator per l’accesso ai play-off

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Gladiator col fiato sospeso per poche ore ancora. Nonostante il ripescaggio sia dato per fatto da critica, tifoseria ed addetti ai lavori, la società neroazzurra aspetta l’ufficialità. E del resto come contestare tale ostinazione, considerando che ogni estate si assiste a continui colpi di scena. E di colpi di scena infausti non ne vogliono vivere i presidenti Mattia Aveta e Giacomo De Felice, pronti a brindare al ripescaggio appena sarà ufficiale. Non prima.

DUE STEP. Da questo punto di vista, oggi giovedì 25 luglio è un giorno fondamentale per togliere ogni dubbio. In parole povere, oggi è il giorno in cui il 99% diventa il 100%. Con due step che arrivano a distanza di poche ore. Le 17.00 infatti sono il termine ultimo per le squadre aventi diritto di risolvere ogni grana dal punto di vista economico e burocratico. Mentre il Corigliano sembra aver risolto, il Gela si avvia verso il fallimento dopo anni di militanza nell’Interregionale.

GELA AD UN PASSO DAL FALLIMENTO. Attraverso un comunicato diramato nella tarda mattinata di martedì, la dirigenza dimissionaria del club siciliano pare aver messo un punto definitivo alla vicenda considerando l’amministrazione comunale la sola responsabile della scomparsa del Gela calcio. I problemi strutturali relativi allo stadio Vincenzo Presti, vertenze con alcuni calciatori e la mancata presentazione di iscrizione e fideiussione (50mila euro totali) sono gli ostacoli verso la sopravvivenza. Brutte notizie per il calcio siciliano, allo stesso tempo ne giova il Gladiator.

IL SORTEGGIO DI SERIE C. Vi chiederete cosa c’entra il Gladiator, considerando il fatto che anche noi di SportCasertano.it abbiamo ampiamente scritto che la Serie D è in tasca, con le riammissioni di Bisceglie e Audace Cerignola in Serie C (CLICCA QUI PER LEGGERE). La risposta è semplice. Con il fallimento del Gela, il Gladiator si mette al riparo da eventuali colpi di scena di stasera. Alle 18.50 è infatti in programma il secondo step: il sorteggio dei calendari di Serie C. In quel momento sapremo una volta per tutte come il vulcanico presidente della Serie C Ghirelli si è organizzato in merito alle riammissioni di Bisceglie e Audace Cerignola, che di fatto aumentano a 61 le partecipanti alla terza categoria.

IL BIVIO. Ghirelli ha lottato aspramente contro tale riammissioni, perché ha indicato sempre come 60 il numero massimo di componenti. Ed infatti l’ipotesi svelata stamattina dalla Gazzetta dello Sport è che il sorteggio riguarderà tre gironi da 20 (60 totali). Dai gironi dovrebbe essere esclusa la Paganese (posizionata peggio del Bisceglie nell’iniziale graduatoria ripescaggio) oppure l’Audace Cerignola (perché la sentenza del Collegio di Garanzia del Coni in merito all’accoglimento del ricorso non convince la F.I.G.C.). Se Ghirelli ha intenzione di iniziare una estate infuocata con processi, ricorsi e controricorsi, stasera provvederà ad estrometterne una dai calendari di Serie C, altrimenti se intende chiudere i giochi oggi 25 luglio non andrà contro l’esito dei ricorsi.

IN ATTESA DELLA CERTEZZA. Tornando al Gladiator, è ovvio che la società sammaritana fa i propri calcoli e sa che, se una tra Paganese ed Audace Cerignola viene estromessa dai calendari oggi (in attesa di nuovi processi), può comunque dormire sonni tranquilli perché il Gela è ad un passo dal fallimento. Due posti liberi servono e due posti sarebbero così garantiti, in virtù del fatto che i neroazzurri, settimi nella graduatoria ripescaggi, gioverebbero dei sette posti vuoti. Dunque è già partito il conto alla rovescia e tra poche ore, tranne ulteriori colpi di scena, il Gladiator potrà finalmente fare un bel respiro e pensare alla D con certezza assoluta. E’ vero che il comunicato di ratifica delle riammissioni della Lega Nazionale Dilettanti è previsto il 31 luglio, ma oggi è il giorno in cui il 99% diventa il 100%.

Carlo Petrani