MAMMAMIA CHE COLPO! Il Volley Marcianise pesca in serie A e si riprende Simmaco Tartaglione: “Un gesto d’amore per la mia città”

Simmaco Tartaglione

La notizia è di quelle clamorose. Il Volley Marcianise annuncia di aver perfezionato l’ingaggio dello schiacciatore Simmaco Tartaglione! Non è uno scherzo ma pura realtà. Colpo clamoroso del club biancoblù che dopo averlo cresciuto e fatto debuttare dieci anni fa in B1, riporta a casa un figlio di Marcianise e un autentico campione. Ceduto alla Lube volley dove resta per due anni, dopo una parentesi in B1 con l’Appignano, torna con i marchigiani in massima serie disputando anche alcuni incontri di Champions League. Dopo aver vinto gli europei di categoria nel 2012, scende in A2 a Corigliano e nel 2014-2015 vince con il Potenza Picena il campionato risultando uno dei migliori della categoria. Si trasferisce alla Materdomini di Castellana Grotte poi Brescia e Ortona. Un’operazione magistralmente portata avanti dalla dirigenza e in particolar modo dal presidente onorario Pasquale Siciliano che dopo un anno di corteggiamento è riuscito nel colpo grosso.

Simmaco Tartaglione

“Dopo undici anni torno a casa ed è stato un gesto d’amore per la mia città”. Si presenta così il campione marcianisano che aggiunge: “Sono partito proprio dal Volley Marcianise allenandomi e giocando al fianco di Dino Sgueglia che ritrovo come presidente. Ringrazio lui e Pasquale Siciliano che mi hanno voluto fortemente. In questi anni sono cresciuto sotto vari aspetti e ogni volta che tornavo a casa cresceva in me il senso di appartenenza al territorio. Non ho mai rinnegato le mie origini e già un anno fa stavo per cedere alle loro lusinghe. Adesso sentivo il momento di tornare e sono felice della scelta fatta”. Una chiacchierata con i dirigenti per programmare il futuro che inevitabilmente vedrà Marcianise protagonista. “In questo momento non ci siamo posti obiettivi – continua Tartaglione – né traguardi da raggiungere. Due anni fa a Potenza Picena dovevamo addirittura retrocedere e poi ci siamo ritrovati in A1. E’ giusto non fissare la meta ma pensare ad una gara per volta. Quando un giocatore scende dalla serie A non significa che devi vincere ad ogni costo il campionato. Il volley è uno sport di squadra e ognuno deve fare la propria parte, pubblico compreso”. Sarà una serie B molto combattuta e spettacolare: “Non c’è dubbio anche perché tutte si stanno organizzando nel migliore dei modi. Sarà una battaglia in ogni set perché dobbiamo esprimere il migliore gioco possibile affrontando le gare come se fosse una finale. Sono fiducioso perché mi piace la mentalità del club e poi in panchina c’è coach Narducci che conosco e apprezzo da tempo. Tra poco più di un mese inizieremo gli allenamenti e non vedo l’ora di poter indossare la maglia della mia città”. Dunque decisamente un colpo da novanta per la compagine marcianisana che ha riempito la casella schiacciatore con un top player.