VOLTURNO CUP. Italia ed Ungheria a punteggio pieno. Oggi la sfida decisiva

L’Italia rimonta e vince sulla Croazia in una gara difficile

Italia e Ungheria si giocheranno il primo posto nella prima edizione della Volturno Cup, torneo internazionale di pallanuoto Under15, questa mattina alle ore 12, nel secondo match dell’ultima giornata di gare. La piscina Comunale di Santa Maria Capua Vetere anche ieri ha visto disputarsi gare belle e combattute con altissimo valore tecnico in vasca, nonostante la giovane età dei partecipanti alla manifestazione.

Nel primo match di giornata l’Ungheria ha battuto gli Stati Uniti per 9-12.

La rete di Agnolet

Magiari presi per mano dalle prodezze di Kis autore di 5 reti e tante giocate di qualità, e proprio nel primo quarto Kis fa doppietta e porta alla prima sirena gli europei al doppio vantaggio. Nagy ad inizio secondo tempo emula il compagno e con due bellissimi gol porta sul 4-0 l’Ungheria. Malezanov dà la scossa ai suoi e i giocatori lo ripagano con un parziale di 3-0 firmato Crenshaw, Fosselman e ancora Crenshaw in superiorità (3-4). Kiss però è scatenato e prima segna dal centro con destrezza e poi con una ‘rovesciata’ per il 3-6 al cambio vasca. Fosselman riduce il gap ad inizio terzo tempo, ma poco dopo Bessenyei è preciso allo scadere dei 30 secondi ed in superiorità (4-7). Rozolis-Hill sigla il 2, ma Fekete in coast to coast va a segnare di nuovo il +3.Szalai su ribattuta al centro la mette dentro per il 5-9. Ancora Rozolis-Hill trova lo spazio sotto le braccia del portiere Gyarjas e poi Fekete allo scadere sigla il 10-6. Addiruttura gli ungheresi vanno sul +5 con Kis, una magina al centro. Szatmary (origini magiare per lui) sfrutta due volte la superiorità e poi Rozolis-Hill accorciano sul 2, ma Tamas chiude il tabellino per il 12-9 finale.

Nel secondo match l’Italia fatica a trovare le misure alla Croazia, ma alla fine la spunta vincendo 9-7 e può ancora sperare nel primo posto. La squadra di Tafuro comincia bene con Verde che su penalty è glaciale e dopo tanti sprechi arriva il pari e addirittura il sorpasso firmato Cale e Mozara, ma Della Casa impatta 2-2 a fine primo quarto. Nel secondo tempo Radan porta in vantaggio gli slavi, ma Serino sfutta bene la superiorità. Mozara però è indomito e segna due reti che portano sul 5-3 avanti la Croazia. Nel terzo tempo Lindstrom para un rigore a Mozara in avvio ed Agnolet e capitan Provenziani pareggiano i conti nel terzo periodot, però l’Italia spreca molto in avanti con la Croazia che arriva ad annullare ben 5 inferiorità numeriche consecutive. Nell’ultimo quarto, però, l’Italia è più determinata e De Florio tiene aperto il break per il 6-5 azzurro. Vantaggio che dura poco in quanto Kolak sfrutta la doppia superiorità numerica. De Florio, Verde (su rigore) e Provenziani (dopo aver rubato palla) allungano sul + 3 Italia, ma a 16” dalla sirena finale Stojanac sigla il 2 (7-9).

USA-UNGHERIA 9-12

(0-2, 3-4, 3-4, 3-2)

USA: Cwiertnia, Ausmus, Crenshaw 2, Fosselman 2, Larson, -, Pantaleon, Peters, Puhl, Rozolis Hill 3, Szatmary 2, Verdegaal, Sanders (p), Zelikov. All. Malezanov

UNGHERIA: Gyapjas, Fekete 2, Nagy 2, Szepfalvi, Bessenyei 1, Barics, Gaszt, Tamas 1, Kis 5 Tymcyna, Meszaros, Szalai 1, Csite. All. Orwincza

Arbitri: Polychronopouls e Frauenfelden

Superiorità: USA 4-6, Ungheria 2/9 + 1/1

Note: sprint 4-0 Ungheria.

CROAZIA-ITALIA 7-9

(3-2, 2-1, 0-2, 2-4)

CROAZIA: Cubanic, Tiozzo, Radan 1, Stojanax 2, Omrcen, Tkalcec, Mozara 3, Cicero. Cale 1, Kolak 1, Budisa, Mihaljevic, Martinovic. All. Supe

ITALIA: Lindstrom , Della Casa, Bragantini, Agnolet 1, Mancini, Verde 2 (1r), Urbinati, Provenziani 2, Cesarò, Serino 1, De Florio 2, Nuzzo, Celati. All. Tafuro.

Arbitri: Frauenfelden, Polychronopoulos

Superiorità: Croazia 2/7+1/1 rig., Italia 2/9 +1/1 rig.

Note: uscito per limire di falli Della Casa 2T; Lindstrom pare un rigore nel 3T. spettatori 150 circa