L’ultimo saluto a Tatavitto, il saluto ed il ricordo degli atleti del Volturno

Giuseppe Tatavitto

Si sono svolti questa mattina i funerali del presidente del Volturno, dott. Giuseppe Tatavitto, presso la Chiesa di Santa Maria Maggiore in piazza Matteotti a Santa Maria Capua Vetere. Prima che il feretro raggiungesse quello che per i sammaritani è ‘il Duomo’, la salma dell’ex manager ospedaliero, per 21 anni presidente gialloverde ha fatto tappa alla piscina Comunale del Parco Urbano dove tutti gli atleti e collaboratori del Volturno, con indosso la divisa sociale, hanno salutato schierati il passaggio del carro funebre con un lungo applauso. Un momento di grande commozione. Poi, l’omelia in chiesa. In tanti, tantissimi, hanno reso omaggio a Pino Tatavitto, dai politici agli uomini di sport. Il sindaco Mirra, l’assessore allo sport Imparato, il presidente del consiglio comunale Danilo Feola, l’ex vicesindaco Campochiaro, il consigliere Mastroianni e la consigliera Roberta Masciandaro, che è anche team manager e legale del Volturno, l’ex consigliere Troianiello e tanti altri. Il mondo dello sport ha partecipato in massa con il presidente del CONI provinciale Michele De Simone, una memoria storica anche del Volturno degli anni d’oro, il presidente del Rugby Clan e dunque ‘vicino di casa’, Giuseppe Casino, Gianluca Villani in rappresentanza del Circolo Villani, Simona Abbate ex giocatrice gialloverde e tanti altri. E in prima fila con la famiglia il suo collaboratore storico, il tecnico Salvatore Napolitano che è anche vicepresidente del Volturno, affranto per la perdita. A commuovere i presenti alla funzione religiosa sono state anche le parole di Serena Masciandaro, da 20 anni al Volturno e quindi una carriera spesa sotto la presidenza Tatavitto.

Serena Masciandaro

Queste le sue parole che riportiamo: “Ciao Presidente, ti ho conosciuto nel nostro mondo magico fatto di acqua, cloro, palloni, allenamenti e bandierine gialloverdi. Il tuo tono di voce e quella stretta di mano così forte quasi mi intimorivano, poi con gli anni, ho conosciuto l’uomo che eri. Riservato, tenace, forte, combattente, a volte puntiglioso e provocatore, ma soprattutto buono e generoso, un medico eccellente, costante punto di riferimento per tutti i suoi atleti e non solo. Grazie, perché tra mille sacrifici, in questi 20 anni, ci hai consentito di fare sport ad altissimi livelli nella nostra piccola città, fino a calpestare campi internazionali. Non sono mancati momenti di difficoltà ma grazie alla tua determinazione ed alla tua energia siamo sempre risorti come una fenice, più forti di prima. Lo Sport ci ha insegnato ad essere forti, ma in un giorno così triste è veramente faticoso nascondere il dolore per la tua improvvisa e prematura scomparsa. A nome di tutta la Squadra, del Mister, dei dirigenti, della tua storica e fidata segretaria e della Società tutta, ci uniamo al dolore di tua moglie Angela e di tuo figlio Antonio e di tutti i tuoi familiari. Ti prometto che faremo del nostro meglio per tenere alto il nome del Volturno, che hai tanto amato, ed anche questa volta, seppure da un posto diverso ti toccherà guidarci da lassù. Avremo sempre un occhio di riguardo per quel posto in tribuna che ti piaceva tanto. Ci mancherai. Ciao presidente. La TUA SQUADRA”.

Ancora una volta la nostra redazione si unisce al dolore della famiglia Tatavitto ed al saluto del Volturno al proprio presidente.