Fantastico bis dell’Assonuoto: il club casertano si porta nuovamente a casa il trofeo ‘Gran Prix città di Napoli’

L’Assonuoto mostra il trofeo

Vincere non è mai facile, ripetersi ancora più difficile. Se poi alzi un trofeo così importante e prestigioso come quello del ‘Gran Prix città di Napoli’ in casa tua, davanti ai tifosi in uno scenario come la piscina provinciale di Via Laviano allora la gioia non ha confini. E’ ciò che è accaduto all’Assonuoto Caserta che domenica ha arricchito la bacheca con una coppa ben più grande delle dimensioni fisiche. Mettere dietro club italiani blasonati come Aniene, Aurelia, Gsport tanto per fare qualche nome non è impresa da poco. Quarantatrè atleti che si sono dannati l’anima pur di confermare il successo dello scorso anno, si sono sacrificati dando tutto quello che avevano e alla fine il trofeo è rimasto a Caserta. Merito del presidente Rossi, di Nicola De Luca che hanno investito su un gruppo vincente di tecnici e uomini. Ma il deus ex machina è il direttore tecnico ed head coach Umberto Capasso. Lui con Matto e Iannelli hanno guidato i ragazzi in questo ennesimo trionfo. “Il merito è di ognuno – ammette – ma siamo felicissimi per questo traguardo raggiunto. Una competizione a cui mancava solo qualche straniero per farla diventare internazionale, ma è stato una kermesse bellissima, difficilissima e ancora più competitiva rispetto alla precedente edizione di Napoli”. Poi una dedica con tanto di ringraziamenti: “Senza Luisa Matto e Davide Iannelli non avremmo potuto farcela. Coordino un gruppo di lavoro fantastico e sono onorato di poter lavorare a stretto contatto con loro. In sei anni siamo cresciuti in maniera esponenziale. Eravamo partiti quasi per gioco e siamo arrivati lassù in vetta. Abbiamo prelevato i ragazzi dalla scuola nuoto, erano giovanissimi e li abbiamo guidati in un percorso di crescita che non è ancora terminato. Questa coppa è dedicata a noi, a tutti i sacrifici fatti, ad ogni singolo nuotatore, ai tecnici e poi a Rossi e De Luca che mi hanno dato carta bianca affidandomi oneri e in questo caso onori. Ed’ è davvero una sensazione meravigliosa”. Un Assonuoto Caserta che continua a dunque a vincere ma non si va certo in vacanza, anzi: “La stagione ora entra nel vivo – continua Capasso – con una serie di appuntamenti molto importanti nazionali ed internazionali. Oltre al nuoto in piscina ci stiamo specializzando nel fondo in acque libere. Con Cristian Costarella saremo a Piombino domenica prossima, lunedì e martedì sarà a mare per dieci e cinque chilometri e poi sabato per il Trofeo delle Regioni sarà impegnato nuovamente nella gara di cinque chilometri rappresentando la Campania. Nunzio Chiariello, Antonella Crispino, Angela D’Afiero, Maria Sorrentino, Angelo Di Palo, Raffaele De Simone parteciperanno a Roma in un meeting che sarà l’ultimo test che precederà su una gara di qualificazione dal 21 al 23 giugno per il Sette Colli che varrà un posto nelle qualificazioni Mondiali, Europei ed universiadi. Dal 21 al 23 invece Raffaele De Simone sarà impegnato con Bulgaria con la Coppa Comen. Infine Antonella Crispino sarà alle Euro Junior dal 3 al 7 luglio a Kazan in Russia. Cercheremo di ottenere grandi risultati anche in queste manifestazioni portando così in alto il nome di Caserta.