Aveta-De Felice, il connubio vincente che fa sognare in granDe il Gladiator

Mattia Aveta, Salvatore Aveta e Giacomo De Felice

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Un entusiasmo incontrollato pervede la città di Santa Maria Capua Vetere. Grazie alle due vittorie contro l’Afragolese e la Frattese, il Gladiator è diventato argomento di punta all’ombra dell’Anfiteatro. Nei bar e nelle piazze non si parla d’altro; della doppia impresa e soprattutto del grande seguito di tifosi che si sono spostati in massa per difendere i colori neroazzurri. Trecento persone ad Afragola ed addirittura seicento a Frattamaggiore sono numeri che non si vedevano da tempo. E se ciò sta avvenendo, è merito dei presidenti SalvatoreMattia Aveta e Giacomo De Felice che, in estate, hanno dato vita ad un connubio vincente. Per la serie “l’unione fa la forza”, è nato un legame stretto ed indissolubile che sta facendo le fortune del team sammaritano.

All’inizio dell’avventura, tutti e tre hanno parlato di progetto pluriennale, in maniera tale da far risalire con i giusti tempi e modi il Gladiator verso le categorie che merita. In campionato qualche punto perso per strada di troppo ha tagliato fuori i neroazzurri dalla lotta al primo posto ma è nei play-off che la squadra allestita in estate, modificata in maniera limitata a dicembre, sta dando il meglio di sé, con risultati strepitosi che hanno sorpreso tutti gli addetti ai lavori. Amanti del calcio come pochi, le famiglie Aveta e De Felice stanno vivendo un momento magico e si augurano che la stagione regali un grande regalo finale. Sarebbe il giusto coronamento di un’annata in cui sono riusciti a formare uno staff dirigenziale di primo livello, una squadra fortissima ed aver rigenerato quell’amore per il Gladiator che non si percepiva da tempo a Santa Maria Capua Vetere.

Striscione del Gladiator per Mattia Aveta e Giacomo De Felice

Sulle orme di un sammaritano doc e da sempre tifoso neroazzurro come Giacomo De Felice, Mattia Aveta ed il padre Salvatore sono diventati sammaritani acquisiti a tutti gli effetti. Tutti e tre stanno dando dimostrazione della loro serietà, tanto che finalmente dopo anni il Gladiator appare una società stabile, viva e vegeta. All’esterno questa serenità traspare, tanto che i tifosi si sentono rappresentati da una creatura forte e senza problemi, che nei prossimi anni, grazie ai risultati ed al sostegno dell’Amministrazione Comunale di Santa Maria Capua Vetere, può puntare più in alto del dilettantismo. Sogni ad occhi aperti per ora, ma con Aveta-De Felice finalmente si può sperare in un futuro pieno di gioie.